Mobilità internazionale, le novità

Raddoppiano, grazie ai fondi di Ateneo, le borse per lo Staff Teaching Mobility, bando emanato nell’ambito del Programma Erasmus+ – KEY Action 1 – 2017/2018 all’Università Parthenope.
“Sono 6 le borse emanate quest’anno. Oltre alle 3 del finanziamento comunitario, la Parthenope si impegna, infatti, per raddoppiare questo numero attraverso fondi interni – annuncia il prof. Luigi Romano, delegato all’Internazionalizzazione – La mobilità internazionale resta, infatti, una delle priorità di questa Governance”.
Possono partecipare al bando i professori ordinari, gli associati e i ricercatori che prestano servizio presso l’Ateneo, presentando un Teaching Mobility Agreement approvato dall’università ospitante, entro il 15 giugno.
“La selezione avverrà in Ateneo – spiega il prof. Romano – attraverso una Commissione che terrà conto del progetto didattico presentato. Verrà data priorità a chi già ricopre o ha svolto attività nell’ambito dell’internazionalizzazione. Ad esempio, se si è promotori di scambio o delegati Erasmus di Dipartimento. L’intento è non solo quello di far partecipare persone molto motivate, ma anche quello di estendere la rete di scambi della Parthenope. Il periodo di mobilità così assume una doppia valenza: oltre all’aspetto strettamente didattico, c’è anche quello relazionale e di accordi che i docenti in mobilità possono promuovere durante il loro periodo all’estero”. Creare, quindi, qualcosa di duraturo e…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 2 giugno (n. 9/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img

Articoli Correlati