Stage al Consolato francese a Napoli per gli studenti in mobilità ad Arras

Un’opportunità per familiarizzare con uno stile di vita e un sistema universitario differenti da quelli già noti, per stringere amicizie internazionali e potenziare la conoscenza delle lingue. Ma, soprattutto, la possibilità di estendere il proprio raggio d’azione in un mercato del lavoro più ampio. Sono tanti i vantaggi offerti dal double degree, il doppio titolo di laurea, che gli studenti della Triennale in Economia e Commercio possono cogliere con il Corso in Économie et Gestion, presso l’Université d’Artois, Arras, in Francia. Operativo dallo scorso anno, a gennaio, ha portato oltre confine i primi tre studenti napoletani: “Prima che comincino le lezioni, l’Università di Artois organizza una settimana di orientamento. I nostri ragazzi sono stati accolti bene, stanno vivendo una bella esperienza e hanno incontrato anche dei colleghi in Erasmus”, racconta la prof.ssa Elisabetta Marzano, Coordinatrice di Economia e Commercio e referente dell’accordo di doppio titolo insieme alla collega Maria Giovanna Petrillo. Al rientro, previsto a giugno, “avranno anche una bella sorpresa. Il Consolato francese a Napoli, infatti, ha intenzione di offrire loro uno stage”. Tra Economia e Commercio ed Économie et Gestion, prosegue la docente, “c’è una buona affinità in termini di contenuti formativi. Con l’Ateneo francese, in più, il nostro Dipartimento di Studi Economici e Giuridici ha già delle collaborazioni per scambi Erasmus consolidate da tanti anni”. E, dunque, a quando il nuovo bando? “È in preparazione. Quasi certamente verrà pubblicato alla fine di marzo. Le selezioni, invece, le concluderemo dopo la seconda metà di aprile”. I posti disponibili saranno 5: “Potranno candidarsi studenti al primo o al secondo anno che trascorreranno in Francia un semestre, rispettivamente, del loro secondo e terzo anno”. Ma, attenzione, “l’accordo premia i meritevoli, in regola con gli esami. Prima di partire, infatti, i ragazzi dovranno aver acquisito tutti i crediti previsti dalla loro carriera universitaria fino a quel momento”. E, naturalmente, “è richiesta la conoscenza della lingua francese. Con la collega Petrillo stiamo anche pensando di organizzare, probabilmente ad aprile, un ciclo di seminari con madrelingua francesi, proprio per favorire il potenziamento delle abilità linguistiche”. Le partenze “saranno possibili a settembre 2022, per il primo semestre, o gennaio 2023, per il secondo”. Un’esperienza del genere è assolutamente consigliata: “In curriculum, il doppio titolo è ancora più qualificante dell’Erasmus, soprattutto se si desidera intraprendere una carriera lavorativa in Francia. Artois, poi, è una bellissima città, con un Ateneo a dimensione di studente”, sono le parole conclusive della prof.ssa Marzano. 

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati