Si rinforza l’organico docente

“Noto con piacere che gli studenti hanno ripreso con entusiasmo a frequentare gli spazi del Dipartimento. Li vedo nelle aule studio, percepisco il loro desiderio di riappropriarsi della vita universitaria autentica, quella nei luoghi dell’Ateneo e non nelle loro camerette attraverso il computer”, afferma il prof. Enricomaria Corbi, Direttore del Dipartimento di Scienze formative, psicologiche e della comunicazione dell’Università Suor Orsola Benincasa. Poi aggiunge: “Riprende il Counseling di Ateneo sia in presenza che con appuntamenti a distanza. Il rappresentante degli studenti in Consiglio di Dipartimento ci ha sollecitati a riprendere al cento per cento ed anche questo è un segnale importante”. Proseguono, intanto, i lavori in corso nella sede storica dell’Ateneo: “Termineranno prima dell’estate e renderanno quegli spazi più funzionali”. Novità, infine, dal punto di vista dell’organico. “Hanno recentemente preso servizio – informa Corbi – due nuovi professori associati. Uno è Massimo Palma, che insegna Storia della filosofia. L’altro è Fabrizio Chello, che insegna Pedagogia”.
Incassa una buona notizia il prof. Corbi: la nomina del prof. Pascal Perillo,  ordinario di Pedagogia generale e sociale, allievo di Elisa Frauenfelder, al timone del Corso di Laurea in Scienze dell’educazione, a nuovo Presidente del CoNCLEP, il Coordinamento Nazionale dei Corsi di Laurea per Educatori professionali socio-pedagogici e Pedagogisti. Quarantuno anni, guiderà per i prossimi tre anni l’organo di coordinamento nazionale dei Corsi di Laurea Triennale e Magistrale finalizzati alla formazione degli educatori professionali socio-pedagogici e dei pedagogisti. “Si tratta di un importante segnale di fiducia da parte dell’intera rete nazionale dei Coordinatori e, conoscendo la serietà e il rigore del prof. Perillo, sono certo che la fiducia sia stata ben riposta. Il CoNCLEP è un organo strategico e certamente Perillo nel guidarlo saprà portare avanti le tante iniziative di cui il sistema educativo nazionale ha davvero bisogno. C’è ancora molto lavoro da fare perché il diritto all’educazione venga adeguatamente riconosciuto nel nostro Paese”, sottolinea il prof. Corbi.
Tra le emergenze pedagogiche che dovrà affrontare il CoNCLEP sotto la presidenza Perillo ci sono quelle della rete dei nidi d’infanzia e dei servizi educativi per l’infanzia, totalmente inesistenti in alcuni territori del Sud, e quella relativa al sempre più difficile rapporto tra scuole, famiglie e servizi educativi territoriali. Una svolta può arrivare dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che necessita, però, del coinvolgimento di tutti gli attori in gioco affinché le misure destinate all’educazione e alla formazione possano rispondere adeguatamente alle esigenze di famiglie, scuole e società. 

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati