Si colora di rosa la rappresentanza studentesca nei Consigli di Corso

Cresce la componente femminile in una Facoltà tradizionalmente maschile come Ingegneria. Una conferma anche sul versante delle rappresentanze studentesche. Per la prima volta nei Consigli di Corso di Laurea, con la consultazione di metà dicembre, entra la pattuglia rosa. Sono state elette Giorgia De Sivo, lista Unidea nel Consiglio di Corso di Laurea in Ingegneria Edile, ed Eleonora Gentile, stessa lista ma nel Consiglio di Corso di Ingegneria Aerospaziale.
“Fino a cinque o sei mesi fa non sapevo neanche che esistessero le rappresentanze studentesche!- confessa Eleonora, venti anni appena compiuti, iscritta al secondo anno- I miei colleghi e le persone che ho conosciuto in Facoltà, poi, mi hanno fatto comprendere l’importanza della rappresentanza, così ho deciso di candidarmi. All’inizio, in realtà, avevo paura di sottrarre tempo allo studio, perché comunque io non ho mire politiche e il mio unico obiettivo è di laurearmi il prima possibile ma credo che riuscirò  a conciliare bene entrambe le cose”.
Entusiasta del suo incarico, per il quale riceverà nei prossimi mesi la nomina, la giovanissima Eleonora si dice sorpresa nello scoprire che è la prima donna ad essere eletta come rappresentante degli studenti nel Consiglio di Corso di Laurea di Ingegneria Aerospaziale. “Quando l’ho saputo mi ha fatto molto piacere. Le ragazze del mio Corso, anche se poche, mi hanno appoggiata durante le elezioni, e non sono nate rivalità tra di noi”. Aggiunge: “la maggioranza degli iscritti sono ancora uomini, io spero di riuscire a rappresentare gli interessi di tutti!”.
Anche se è in attesa della nomina ufficiale, Eleonora si è messa subito al lavoro, seguendo le vicende del Consiglio di Facoltà e presentandosi al Consiglio di Corso come rappresentante eletto. “Mi sono già messa in moto per capire quale sarà il mio campo d’azione, quali sono i limiti e le possibilità dell’incarico e quali sono i problemi più urgenti da affrontare. Un tema sicuramente importante e sul quale il Consiglio di Corso sta discutendo è il passaggio delle lauree magistrali  al 270 e tutti gli adeguamenti necessari anche per chi come noi vi accederà con una laurea triennale dell’ordinamento della 509.  Il mio impegno sarà, comunque, quello di portare avanti i problemi dei miei colleghi, anche perché sono tutti molto interessati e già mi hanno sottoposto questioni da risolvere o idee per migliorare alcuni disservizi”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati