Economia Aziendale supera Economia e Commercio

“Al 5 novembre, senza contare i trasferimenti, si erano iscritti al primo anno di Economia in 1340. L’anno scorso erano 1300. Cresciamo, dunque. Si conferma la tendenza ad una distribuzione delle immatricolazioni che privilegia il corso di laurea in Economia Aziendale. Il 60% dei nuovi iscritti ha scelto questo corso di laurea. Lo scorso anno il rapporto tra Economia e Commercio ed Economia Aziendale era 50 e 50. Due anni fa era opposto a quello di oggi: il 60% degli immatricolati optava per Economia e Commercio; il 40% per Economia Aziendale”. Il Preside Massimo Marrelli, su sollecitazione di alcuni colleghi, durante il Consiglio di Facoltà che si è svolto il 28 novembre, ha fornito i dati delle immatricolazioni per il 2000/2001 ad Economia.
Durante il Consiglio, tra le comunicazioni, il preside ha annunciato ai colleghi di aver ricevuto un documento anonimo sui disservizi della facoltà (vedi articolo in queste pagine). “Si fanno i nomi di alcuni colleghi, si dicono cose anche gravi, ma dietro l’anonimato. Ecco, queste iniziative sono folli. Io agli studenti lo dico sempre. Avete la possibilità di segnalare quello che non va, avete anche un professore, Marselli, che svolge il ruolo di difensore dei vostri interessi. Con le lettere anonime non si arriva da nessuna parte, specie quando riguarda colleghi impegnati in facoltà. Abbiamo messo una cassetta a disposizione degli studenti, i quali volessero segnalarci disfunzioni e disservizi”.
I partecipanti al Consiglio hanno anche affrontato l’ipotesi che la facoltà consenta ai laureati, non solo quelli di Economia, di iscriversi ai singoli corsi e di dare esami di soprannumero, qualora siano utili ai fini della loro formazione o del lavoro che stanno svolgendo. “È previsto dall’ateneo -ha spiegato Marrelli-. Ci si iscrive ad un corso, versando la quota di 100.000 lire, si seguono le lezioni e si sostiene l’esame”. Giancarlo De Vivo, docente di Macroeconomia, ha proposto un limite. “Sono favorevole, ma, a garanzia degli studenti e della didattica, dovremmo stabilire che in ciascun corso può essere ammessa una quota di questi studenti già laureati non superiore al 5% del totale degli iscritti al corso stesso”. Riccardo Mercurio: “io proporrei di accettare automaticamente le domande di chi è già laureato in Economia, di sottoporre le altre al vaglio del Consiglio di Facoltà”. Le iscrizioni di questi laureati i quali tornano all’Università per singoli corsi devono essere effettuate entro il 31 dicembre. La facoltà di Economia delibererà le modalità durante il prossimo Consiglio.
Tra gli altri punti dell’ordine del giorno: supplenze e contratti, pratiche studenti, pratiche personale docente e ricercatore.
- Advertisement -
spot_img
spot_img

Articoli Correlati