Pochi fondi, ridotta al lumicino la rappresentanza cusina

Un contingente ridotto ai minimi termini quello che partirà alla volta dei Campionati Nazionali Universitari di Brescia, in programma dal 20 al 28 maggio. “Colpa dei tagli ai fondi destinati allo sport – dichiara Maurizio Pupo, segretario generale del Cus Napoli – La nostra sarà una partecipazione molto selettiva, nel senso che andranno a Brescia solo gli atleti con chance di vittoria”. 
“La città di Brescia – prosegue Pupo – è mal collegata e gli alberghi sono molto cari. Alcuni atleti, inoltre, ci hanno già comunicato che parteciperanno solo se garantiamo loro il viaggio in aereo”. Atleti napoletani col contagocce, dunque, ai prossimi Cnu. Non ci saranno, infatti, le ragazze della pallavolo né la rappresentativa maschile di basket, quest’ultima senza più il suo dirigente, Antonio Barbato, recentemente dimessosi per motivi personali. “Dispiace molto per la pallacanestro, arrivata quarta ai campionati dello scorso anno”, afferma Pupo. Niente da fare anche per il calcio a cinque, che non riesce a classificarsi per le gare finali di Brescia. Nelle eliminatorie, infatti, subisce una doppia sconfitta, dal Teramo in casa per 4 a 2 e, in trasferta, dal Cus Caserta per 5 a 2. Il calcetto, quindi, è fuori dal girone e fuori anche dai Cnu 2006.
Tra gli sport di squadra, confermato solamente il volley maschile, che però dovrà superare le eliminatorie per partecipare all’evento nazionale. Direttamente ammesso al secondo turno, nella fase preliminare il Cus Napoli dovrà infatti affrontare la vincente di un girone a tre squadre, composto dai Cus di Lecce, Potenza e Caserta. L’incontro di andata è fissato tra il 4, 5 o 6 aprile al palazzetto di via Campegna; il ritorno è per il 26 o 27 aprile. 
Quanto agli sport individuali, bisogna aspettare ancora un po’ per le selezioni alle fasi preliminari. Confermate, comunque, un po’ tutte le discipline presenti a Catania lo scorso anno, anche per i brillanti risultati raggiunti in terra di Sicilia. Ci sarà l’atletica, che scenderà in pista a difendere l’oro e il bronzo conquistato nella marcia, e la scherma, anch’essa prima e terza all’ombra dell’Etna. Partono per Brescia anche gli atleti del tennistavolo (argento nel doppio maschile), del tiro a segno e delle arti marziali, queste ultime con le discipline del taekwondo (due argenti e un bronzo nel 2005, asso piglia tutto l’anno prima), del judo e del karate (entrambe con un bronzo da difendere). 
Secondo il calendario, saranno il taekwondo e il judo ad aprire le danze il 20 maggio a Brescia, proseguendo nelle ostilità anche il 21. Il 22 e il 23 sarà la volta del tennistavolo, impegnato nel singolo maschile e femminile e nel doppio (m/f/ms). Le qualificazioni della pallavolo maschile sono in programma il 23, 24 e 25 maggio, con semifinali e finale fissate rispettivamente il 26 e 27. Il tiro a segno sarà impegnato il 25 maggio, giorno cui comincerà la scherma, alle prese con la spada femminile e il fioretto maschile e che proseguirà con la spada maschile e il fioretto femminile il 26; il 27 toccherà alla sciabola maschile e femminile. Chiuderanno i campionati le gare di atletica e il karate, entrambi il 27 e il 28 maggio.
Ricordiamo che i Cnu di quest’anno sono aperti a tutti gli atleti (e atlete) universitari nati dal 1 gennaio 1978 al 31 dicembre 1988. (P.M) 
- Advertisement -
spot_img
spot_img

Articoli Correlati