Due studenti della Magistrale nei laboratori della New York University

Frequentare il laboratorio del prof. Maurizio Porfiri, che insegna alla New York University, è il sogno di tutti gli studenti di Ingegneria dell’Automazione. Trattasi, infatti, di una struttura all’avanguardia nell’ambito della ricerca in questo specifico settore. Per due allievi della Magistrale il sogno diventerà realtà. Tra coloro i quali hanno seguito le lezioni che Porfiri ha tenuto al Politecnico partenopeo tra fine febbraio ed inizio marzo, infatti, saranno sorteggiate due borse di studio che finanzieranno la permanenza negli Stati Uniti, dove i vincitori avranno l’opportunità di trascorrere un periodo di formazione alla New York University. “Si tratta di una iniziativa – spiega il prof. Bruno Siciliano, che coordina il Corso di Studi in Ingegneria dell’Automazione – che è nata grazie all’interessamento ed ai contatti con Porfiri che ha il mio collega Mario Di Bernardo. È a lui che dobbiamo la visita del docente dell’ateneo statunitense in Dipartimento. Le borse di studio per i nostri due allievi ed il soggiorno a Napoli del professore dell’ateneo newyorchese sono finanziate grazie ai fondi per l’internazionalizzazione erogati dalla Federico II”.
L’invito rivolto a Porfiri e l’assegnazione di contributi per il soggiorno negli Usa di due allievi rientrano in un progetto più ampio di Ingegneria dell’Automazione, che punta ad incrementare relazioni e contatti con l’estero, sia dal punto di vista della didattica, sia sotto il profilo della ricerca. “Non partiamo certamente da zero – dice il prof. Siciliano – perché siamo già impegnati da tempo su questo versante. Per esempio…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 10 marzo (n.4/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati