Sveglia alle 6 del mattino per un posto nell’Aula 3 di Corso Umberto. Soffrono gli studenti di Lettere Moderne A-K

La divisione in tre cattedre al Corso di Laurea in Lettere Moderne non ha eliminato il problema sovraffollamento dell’Aula 3 di Corso Umberto, costretta a contenere le matricole i cui cognomi vanno dalla lettera A fino alla K. La scena si ripete dunque. Come ogni anno, in piedi, in fondo all’aula o seduti a terra, i corsisti delle prime due settimane patiscono caldo, stanchezza (poiché, seppure svegli dalle 6.00 del mattino, sono privi di banco e sedia) e rumori dall’esterno che impediscono una ricezione idonea. “Non sono riuscita a seguire niente, anche se arrivata un quarto d’ora prima della lezione. Il microfono inoltre non funziona bene, quindi è difficile carpire qualche parola dall’esterno. Non posso arrivare prima, in quanto vengo da…
 
 
I servizi sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola (n. 15-16/2014)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati