\”Università per la Legalità\”, al CUS le amichevoli tra studenti

Il calcio come fattore aggregante. Il calcio per trasmettere un messaggio: è possibile vincere giocando di squadra e rispettando le regole. Studenti di diversi Corsi di Laurea e membri di associazioni studentesche si sono sfidati a calcetto il 21 aprile per l’atto conclusivo di “Università per la Legalità”, la manifestazione iniziata il giorno precedente con il convegno ospitato dal Dipartimento di Giurisprudenza della Federico II. Sul rettangolo verde del Centro Universitario Sportivo di via Campegna, a Fuorigrotta, sono scese tre squadre: i blu, i gialli e i rossi. Tabellino finale: i blu hanno conquistato la vetta della classifica dopo aver battuto 4-3 i rossi e 9 a 2 i gialli. Seconda posizione per i gialli, che hanno vinto 5-3 ai calci di rigore contro la squadra rossa, fanalino di coda. In un torneo amichevole, naturalmente, il risultato non può che essere un dettaglio. Lo ricorda Francesco Pellegrino, Consigliere di Ateneo alla Federico II e studente al quinto anno di Giurisprudenza: “lo sport è qualcosa che può unire ed educare. Il torneo è stato un’occasione per…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 5 maggio (n.7/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati