Basket, pallavolo, tennis e golf, il CUS Napoli si rifà il look in attesa delle Universiadi

“Chi ben comincia è a metà dell’opera. Avete la forza e la volontà di affermarvi e di farci onore di quella napoletanità di cui andiamo fieri. Alle Universiadi mettetecela tutta e a Madonna ve accompagna”. La chiosa non ha bisogno di precisazioni. Non è mancato il saluto e l’augurio agli atleti napoletani da parte del Cardinale Sepe, intervenuto in occasione dell’inaugurazione delle palestre di pallacanestro e di pallavolo del CUS Napoli, rimesse a nuovo con i fondi destinati all’edilizia sportiva per l’Universiade che si terrà a Napoli nel 2019 (con i fondi dell’Agenzia Regionale Universiadi è stata rifatta la pavimentazione, a carico del CUS Napoli, invece, la ristrutturazione dei servizi e la pitturazione degli ambienti di gara). Ad aprire l’incontro, tenutosi a via Campegna il 30 ottobre, è stato il padrone di casa, il Presidente del CUS Napoli Elio Cosentino che ha ringraziato tutti i presenti e ha sottolineato la rapidità dei lavori realizzati “in poco più di un mese. Gli spazi saranno destinati all’accoglienza degli atleti che parteciperanno all’Universiade”. Ha parlato di “un primo risultato concreto al quale seguiranno altri lavorando insieme” il Rettore della Federico II Gaetano Manfredi. “Cercheremo di dare il nostro contributo affinché Napoli e la Campania facciano al meglio la propria parte per le Universiadi”, la promessa della Rettrice de L’Orientale Elda Morlicchio. Per il Rettore Alberto Carotenuto della Parthenope: “siamo di fronte a un miracolo. Ultimare i lavori in così poco tempo è incredibile”. Occhio al futuro: “finite le Universiadi, queste strutture resteranno a beneficio della comunità universitaria. È un grande passo avanti. Se questo è solo l’inizio, allora siamo certi che sarà un grande successo”. Si è soffermato sull’importanza del gioco di squadra, riferendosi alla collaborazione tra CONI e CUSI, Il Presidente del Centro Universitario Sportivo Italiano Lorenzo Lentini. È “un’offesa parlare di ritardi” secondo il prof. Raimondo Pasquino, ex Rettore dell’Università degli Studi di Salerno e Presidente del Comitato Direttivo dell’Agenzia regionale per le Universiadi. I tempi a disposizione sono ristretti, eppure “il rifacimento delle palestre, per rapidità e bontà di esecuzione, dimostra l’impegno del CUS Napoli per le Universiadi”. Per le Istituzioni sono intervenuti l’Assessore comunale Ciro Borriello e il Presidente della Regione Vincenzo De Luca che ha definito le Universiadi “un’occasione straordinaria” in termini “di promozione turistica e di immagine per Napoli, di sviluppo economico, visto che l’evento muove migliaia di persone, di dialogo fra i paesi del mondo”. Senza dimenticare che “in tutta la regione verranno ristrutturati sessantaquattro impianti”. Prima parte della giornata conclusa da un’esibizione di danza aerea, condotta dall’istruttrice del CUS Loredana Bosco con due allieve e dalla consegna di una targa premio ad Anna Maria Troncone, atleta cusina e campionessa italiana di lotta femminile: “è stato un onore, mi auguro di portare a casa altri premi, soprattutto alle Universiadi, ci tengo tanto”. A suggellare la mattinata l’inaugurazione dei campi da tennis, ai quali è stata rifatta la superficie di gioco, del campo da golf e della club house che metterà a disposizione degli atleti delle Universiadi aree relax e ristoro. 
Ciro Baldini
- Advertisement -
ssm.unina.itunisob iscrizioniuniversità vanvitelli

Articoli Correlati