Eletti i rappresentanti degli studenti all’Adisu ed al Cus

Si sono svolte il 21 aprile le elezioni indirette per le rappresentanze studentesche nel Consiglio di Amministrazione dell’ A.Di.S.U. e  nel Comitato per lo Sport Universitario. Ad eleggere i due rappresentanti per ogni consesso il Consiglio degli Studenti di Ateneo, che ha espresso il suo voto in favore di Luca Coronella e Flavio Di Felice (entrambi di ‘Università Moderata’) per il Cus e di Giuliano Smarrazzo (‘Unidea’) e Silvio Di Tella  (‘Università dei Valori’) per l’A.Di.S.U.
“Provo una grande soddisfazione per aver raggiunto questo traguardo che sono riuscito ad ottenere anche grazie al rapporto di fiducia e alla grande collaborazione di tutto il mio gruppo di Unidea – dichiara Smarrazzo – E’ sicuramente un’esperienza che mi impegno ad affrontare nel migliore dei modi, per offrire sempre maggiori servizi agli studenti”. Soddisfazione per il nuovo incarico arriva anche da Coronella che afferma: “sono contento per questa fiducia affidatami dai miei colleghi; spero di essere riconfermato dopo i sei mesi  di prova e di poter condurre i due anni di mandato portando a termine tutti  miei progetti”. E già sono tante le iniziative alle quali il neo-consigliere sta pensando: “Spero di poter lasciare un segno, di fare qualcosa di veramente utile per gli studenti. Il nostro problema più grande è che non abbiamo una nostra struttura come quella del Cus Napoli, e vista la presenza dell’Ateneo su un vasto territorio sono diverse le convenzioni con palestre e centri privati, ma sono ancora pochi gli studenti che le conoscono e che ne usufruiscono. La mia idea è di organizzare alcune manifestazioni sportive, in modo da coinvolgere il maggior numero di studenti possibile”. E aggiunge: “ogni gara, torneo o iniziativa sportiva, dovrebbe essere legata ad un tema sociale, l’antirazzismo, la raccolta fondi per l’Abruzzo etc… Io – continua – sono convinto che lo sport fine a se stesso perda valore, ma che invece acquisti dignità e valenza se accostato ad una tematica attuale, se unisce al benessere fisico anche quello intellettuale e apporta un segno di miglioramento della società nel suo complesso”. E fra i tanti progetti, quello di una giornata per la legalità a Casal di Principe che coinvolga tutta la parte attiva della cittadinanza e gli universitari: “Molti studenti della Sun sono di Casal di Principe e io stesso, come casalese, sono convinto dell’importanza di dare visibilità alla parte ‘buona’ del nostro paese e questo si può fare anche attraverso un evento  sportivo ospitato presso la sede della Sun, per informare divertendosi”.
Potenziare l’informazione sui servizi dell’Adisu. L’obiettivo di Smarrazzo che sottolinea: “L’Azienda per il Diritto allo Studio è cresciuta molto negli ultimi anni, ma i servizi offerti sono ancora poco conosciuti fra gli studenti che identificano l’A.Di.S.U. solo con le borse di studio. Il servizio mensa è ancora poco sfruttato, soprattutto in quelle Facoltà, come Economia o Giurisprudenza, dove non c’è un bar interno ma solo locali esterni convenzionati: molti studenti non sono a conoscenza delle convenzioni e quindi non usano il servizio. E ancora c’è il prestito dei libri, i servizi per i disabili, la casa studenti: tutte possibilità poco sfruttate per mancanza di informazione. Adesso, quindi, – afferma – più che migliorare i servizi esistenti, che comunque vanno implementati, la priorità è quella di creare eventi e iniziative per far conoscere quelli esistenti”.
(Va. Or.)
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati