Finanza ha un nuovo Presidente: è il prof. Stefano Ecchia

Cambio al vertice del Corso di Laurea in Finanza. Il 25 ottobre è stato eletto all’unanimità il nuovo Presidente: è il prof. Stefano Ecchia, bolognese d’origine, laureato in Economia e Commercio a Napoli nel ’63, ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari, Presidente del Fondo Pensione dell’Ateneo e, in passato, Direttore del Dipartimento di Economia Aziendale. Subentra al prof. Lucio Fiore, in pensione dal primo novembre. Il Corso in Finanza rappresenta una delle punte di spicco dell’offerta formativa della Facoltà; vanta un ottimo tasso di placement, come fa notare il prof. Ecchia: “fino ad ora, chi si è laureato da noi con buoni risultati ha sempre avuto un brillante percorso in banca o presso aziende finanziarie. I nostri ragazzi hanno trovato lavoro come traders nella city di Londra, negli Stati Uniti e nelle più importanti banche italiane. Anche coloro che sono rimasti a Napoli sono entrati in istituzioni di assoluto rilievo”. Da un’indagine pubblicata sul sito di Ateneo, emergono la rapidità e qualità di inserimento nel mondo del lavoro che il titolo consente. Chiavi del successo, l’approccio culturale nell’affrontare i problemi, coerente interdisciplinarietà e chiarezza dell’obiettivo: formare operatori di alto livello dei mercati finanziari. “I nostri ex allievi dicono di essersi trovati bene nel mondo del lavoro, anche meglio di colleghi provenienti da celebri università. Credo dipenda dal background culturale tipico di certe università meridionali ed in particolare della Federico II”. Per cui: “non c’è da credere alle statistiche. Cambiando i criteri e guardando alla sostanza, credo che la Federico II sia ai primissimi posti e non solo in Italia”.  L’obiettivo del neo Presidente: proseguire sulla strada tracciata in questi anni “al più rafforzando alcuni contenuti, in linea con l’evoluzione che si va registrando nella Finanza per la crisi del 2007 che sarebbe stata molto più contenuta se certi aspetti etici fossero stati presi in maggiore considerazione. I contenuti professionali sono fondamentali, ma nel mondo in cui operiamo conta anche l’etica”.
 
- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img

Articoli Correlati