Il Giorno della memoria si celebra a Giurisprudenza

Celebrazione del Giorno della memoria a Giurisprudenza. Si terrà il 28 gennaio, con inizio alle ore 9.00, in Aula Coviello (Edificio Pecoraro-Albani, via Porta di Massa 32). La manifestazione “I Giusti tra le Nazioni” è promossa dal Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica (CIRB) presieduto dal prof. Claudio Buccelli con la collaborazione del Dipartimento e con il patrocinio dell’UNESCO, del Comitato Etico della Federico II, dell’Associazione dei Professori Emeriti Fridericiani e del Seminario Permanente “Etica, Bioetica, Cittadinanza”. 
‘Il silenzio dei vivi’, il titolo della prima sessione dei lavori presieduta dal prof. Sandro Staiano, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza. Tanti gli interventi programmati – tra gli altri un dialogo tra il filosofo Giuseppe Lissa e Ariel Finzi, Capo culto della Comunità Ebraica su ‘Discriminazione, razzismo, antisemitismo’ – che saranno intervallati dalla lettura di brani, a cura della Compagnia Hypokritès Teatro studio diretto da Enzo Marangelo, con il commento musicale del violinista Simone Giliberti, tratti dai racconti di sopravvissuti e vittime dell’Olocausto, testi scritti sulla soglia delle case da cui venivano strappati, con la consapevolezza della morte incombente, o con gli occhi ancora pieni dell’orrore toccato ad altri, missive che hanno raggiunto i propri destinatari per vie tortuose. Seconda sessione alle ore 15.00 “Dis-Crimini: la radice del male tra revoca dei diritti e persecuzione dell’umano”, presiede il prof. Francesco Lucrezi (Università di Salerno). Attese le relazioni di Emilia D’Antuono (“Finis Europae: la razzizzazione della cittadinanza”) e di Emilia Taglialatela (“Razzismo e costruzione delle non-persone”) della Federico II, Francesca Russo (“Legge e memoria”) del Suor Orsola e del Magistrato Pasquale Serrao D’Aquino (“Razza e inGiustizia”).
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati