Ingegneria lavora alla sicurezza di Palazzo di Giustizia

La Facoltà di Ingegneria della Federico II si occuperà della sicurezza nel Palazzo di Giustizia del Centro Direzionale, applicando sistemi di alto livello tecnologico, nel rispetto del concetto di ottimizzazione energetica. La Convenzione, di durata biennale, è stata firmata il 15 dicembre scorso dal Rettore Massimo Marrelli e da Luigi Birritteri, Direttore Generale dell’Organizzazione Giudiziaria del Personale e dei Servizi del Ministero della Giustizia a Napoli.
“Il progetto intende migliorare l’efficienza del sistema e la qualità dei servizi del Tribunale attraverso le competenze messe a disposizione da alcuni dei nostri Dipartimenti”, ha detto il Rettore Marrelli, al momento della firma, presso la Presidenza della Corte d’Appello del Tribunale a Castel Capuano. Il Rettore ha fatto anche riferimento alle condizioni precarie in cui gli Atenei e la ricerca versano attualmente in Italia, ribadendo il concetto di una Università pubblica “che non deve essere protagonista di battaglie politiche in cui non c’entra nulla. In questa fase è necessario uscire al più presto dalla vacatio legis e capire in che modo si dovrà andare avanti con la riforma”.
“La prima attività affidata all’Università sarà l’applicazione dell’approccio ingegneristico ai fini della sicurezza antincendio del nuovo Palazzo di Giustizia”, ha spiegato Birritteri. L’importanza dello studio della sicurezza all’interno di una struttura che, in termini numerici, consta di 400 mila metri quadrati di superficie e vede la presenza di circa 6500 persone ogni giorno è stata sottolineata dal prof. Nicola Mazzocca, docente di Sistemi di Elaborazione presso il Dipartimento di Informatica e Sistemistica:  “possiamo senza dubbio definirlo il trionfo dell’Ingegneria, in un progetto che per la sua complessità ha in sé un tratto pionieristico, in quanto sarà il primo di questo genere a livello nazionale”. Oltre al Dipartimento di Mazzocca, sono coinvolti quelli di Energetica, Termofluidodinamica applicata e Condizionamenti Ambientali, rappresentato dal prof. Nicola Bianco, e di Ingegneria Strutturale, con il prof. Emidio Nigro. “Il nostro settore si occuperà del sistema antincendio – ha spiegato il prof. Nigro – dotando le tre Torri del Palazzo di Giustizia di dispositivi adeguati, che garantiranno efficienza, sicurezza e allo stesso tempo risparmio”.
 Anna Maria Possidente
- Advertisement -





Articoli Correlati