Lingue e Lettere in cerca di un’aula di grandi dimensioni

Dovrebbero essersi risolti i problemi di sovraffollamento delle aule che gli studenti hanno incontrato per alcuni corsi del primo semestre. “Abbiamo spostato una serie di insegnamenti in aule diverse in base al numero dei frequentanti (i disagi del primo semestre si sono verificati per una inaspettata concentrazione delle iscrizioni in alcuni Corsi di Laurea, n.d.r.) e sdoppiato alcune cattedre, ad esempio Letteratura inglese, molto seguito”, afferma il Preside della Facoltà di Lingue Augusto Guarino.
Per risolvere a fondo la questione, in realtà, occorrerebbero nuove e più grandi aule, da assegnare proprio agli insegnamenti più affollati. “Con la Preside Roselli stiamo cercando di trovare una sistemazione interna od esterna che possa venire incontro alle nostre esigenze”, dice Guarino. Insomma, se si trovasse un’aula in una scuola o in un’altra istituzione L’Orientale sarebbe disponibile a prenderla in fitto.
Spazi a parte, si punta a fornire sempre migliori opportunità didattiche agli studenti. In questo quadro, l’intensificarsi della collaborazione con il Teatro San Carlo è uno dei punti di forza delle attività del secondo semestre per le Facoltà di Lettere e Lingue. Partirà a marzo il primo ciclo di seminari in collaborazione con il Massimo napoletano rivolto agli studenti delle Lauree Magistrali. “Quella con il Teatro San Carlo è una delle collaborazioni più vivaci che abbiamo attualmente – spiega la Preside della Facoltà di Lettere Amneris Roselli – Il ciclo di seminari, che adesso sarà attivo solo per parte della stagione teatrale, si propone di seguire ogni spettacolo in cartellone con degli approfondimenti didattici. Per il prossimo anno speriamo di poter seguire fin dall’inizio l’intera programmazione del Teatro”. Il primo ciclo di tre lezioni avrà come tema l’opera ‘Maria Stuarda’ in scena al San Carlo da marzo. “Si tratterà di approfondimenti storici, di germanistica e di storia del teatro – spiega Guarino – tutti tenuti da docenti dell’Ateneo. Il prossimo ciclo si svolgerà sulla ‘Giselle’ ed anche in quel caso ci saranno approfondimenti di carattere storico, letterario, teatrale, filologico”.
Sempre con il San Carlo sono state incrementate le possibilità di stage per gli studenti delle Magistrali, che hanno la possibilità di svolgere, in questa importante istituzione culturale cittadina, un periodo di lavoro sul campo nei diversi settori: l’amministrazione, la comunicazione o il web. Ancora un evento, a testimonianza di questa stretta collaborazione, il 13 aprile l’Orchestra del San Carlo terrà un concerto-conferenza presso l’Aula delle Mura Greche a Palazzo Corigliano, con l’intervento di esperti che introdurranno con una breve presentazione ogni esecuzione. Un altro concerto, questa volta del Coro del San Carlo, è previsto per il mese di maggio.
Novità importante per chi deve iscriversi al primo anno della Magistrale: l’istituzione di una Commissione di Orientamento. “Con la riforma dell’ordinamento didattico abbiamo fatto in modo che ogni laurea Triennale della 509 abbia una Magistrale di riferimento, ma non è detto che sia poi quella che possa andar bene per tutti gli studenti. Così, a chi il prossimo anno si dovrà iscrivere alla Magistrale si è pensato di fornire un servizio di orientamento dedicato – sottolinea il Preside Guarino – I ragazzi possono attingere informazioni su quali esami inserire se si vuole accedere ad una determinata Magistrale, quali sono le equipollenze tra esami, quale percorso seguire in base al proprio piano di studi etc.”. Presto sarà disponibile un calendario con tutti gli orari di ricevimento della Commissione che esaminerà ogni caso singolarmente dipanando un po’ le nubi che possono essersi addensate con l’accavallarsi di due ordinamenti.
(Va.Or.)
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati