Professioni Sanitarie, eletti i Presidenti di Corso

Eletti, tra il primo ed il 3 dicembre, i Presidenti degli undici Corsi di Laurea Triennale in Professioni sanitarie, per il quadriennio 2010-2011/2013-2014: per Ortottica e Assistenza Oftalmologica il prof. Mario Bifani, a Logopedia il prof. Umberto Barillari, a Tecnica della Riabilitazione psichiatrica il prof. Palmiero Monteleone, a Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’età evolutiva il prof. Roberto Militerno, a Fisioterapia il prof. Raffaele Gimigliano, ad Infermieristica la prof.ssa Erminia Agozzino, ad Ostetricia il prof. Nicola Calacurci, ad Infermieristica pediatrica il prof. Emauele Miraglia Del Giudice, a Tecniche di Radiologia il prof. Roberto Grassi, a Tecniche di Laboratorio biomedico il prof. Michele Cioffi ed a Igiene dentale il prof. Filippo Caruso.
Fisioterapia “è’ un percorso formativo molto gettonato – afferma il prof. Gimigliano, docente di Medicina fisica e riabilitativa, disciplina di riferimento per tutti e tre gli anni di Fisioterapia, già coordinatore e Presidente del Corso di Laurea nel quadriennio appena passato – anche perché, tra tutti gli altri Corsi di Professioni sanitarie, assicura sbocchi occupazionali notevoli”. I posti banditi dalla Seconda Università sono un centinaio l’anno: 15 al Vecchio Policlinico di Napoli, 15 all’Asl Na 1, 15 al ‘Ruggi d’Aragona’ di Salerno, 15 presso l’Azienda Ospedaliera di Avellino e altri 35 a S. Angelo dei Lombardi presso l’Asl Avellino 1. “Abbiamo un tasso di abbandono quasi nullo, e il 95% degli iscritti consegue la laurea nella prima sessione utile del terzo anno, sia perché noi docenti li assistiamo nella maniera più valida possibile, sia perché sono motivati dalle possibilità di lavoro che offre anche il nostro territorio”. Insomma, un percorso che funziona. “Se avessimo a disposizione maggiori risorse finanziarie ed umane, – dice Gimigliano – andrebbe sicuramente meglio. E’ oggettivo che, per adeguare le strutture del Vecchio Policlinico, dove i nostri studenti svolgono le attività professionalizzanti, occorrono fondi e molto impegno. In ogni caso, con una buona organizzazione alle spalle, riusciamo ad assicurare una preparazione in linea con gli standard degli altri Corsi di Laurea d’Italia”.
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati