Punti ristoro a Monte Sant’Angelo, affidamento temporaneo ad una nuova ditta

Chiusura dei due punti ristoro a Monte Sant’Angelo. La svolta nel Consiglio di Polo del 26 ottobre nel quale si è discusso dell’affidamento temporaneo delle strutture ad una nuova ditta: la “Gestione Servizi Integrati s.r.l.”, vincitrice dell’ultimo bando per il punto ristoro di Biologia. La ditta opererà dalla seconda metà di novembre fino al completamento del bando di gara a procedura accelerata che decreterà l’assegnazione definitiva dell’appalto (si presume a fine gennaio).
La questione non è stata però di facile risoluzione. “Il gestore non solo non pagava i canoni di locazione ma praticava anche prezzi di libero mercato, più alti rispetto a quelli contrattati con l’università. L’inadempienza complessiva di questa società ha portato ad indire, prima dell’estate, una nuova gara d’appalto che è andata deserta”, spiega il dott. Giuseppe Paduano, Direttore Amministrativo del Polo delle Scienze e delle Tecnologie.  Alla gara -bandita con i locali ancora occupati dal vecchio gestore e quindi con il servizio subordinato a questa condizione- “si è proposta la stessa ditta inadempiente e in più abbiamo ricevuto un’altra proposta tecnicamente non valutabile”. Alla luce di questo evento, dunque, l’università ha richiesto e ottenuto – il 2 ottobre- lo sgombero dei locali, ma si è ancora in alto mare per quanto riguarda il procedimento per il recupero del pagamento all’Ateneo dei canoni arretrati e degli interessi, la cui prima udienza è stata rimandata al maggio 2007. “Inoltre – sottolinea Paduano- c’è il problema dei sette dipendenti che non ricevono già da mesi lo stipendio: stiamo cercando di traghettarli in salvo prevedendo la possibilità che siano assunti da chi si assicurerà l’appalto temporaneo”.
Intanto, il 2 ottobre è stato aperto il punto ristoro di Biologia Strutturale, a cui possono accedere sia gli studenti che il personale amministrativo e docente portando così al numero di sette i punti bar e ristoro all’interno della struttura di Monte Sant’Angelo.
A buon fine anche la riapertura del bar nella sede di Ingegneria ad Agnano. “Gli studenti hanno salutato con piacere questa novità – assicura Paduano- Il punto ristoro è stato arredato anche in maniera più conviviale in quanto sono state eliminate alcune divisioni interne. E’ diventato così un importante punto di ritrovo per i giovani”. Possibili novità anche per quanto riguarda il giardino della stessa sede. Situazione allo stallo da oltre due anni, ora sembra muoversi qualcosa. L’area verde che era entrata nel pacchetto d’acquisto dell’edificio nell’atto di compravendita, è soggetta ad una clausola che prevede la ceditura da parte dell’Ateneo al Comune, che poi la deve offrire in comodato d’uso all’Università stessa e che la metterà a disposizione del quartiere. “Dopo due anni di stasi- racconta Paduano– proprio in questi giorni sono arrivati dei documenti dal Comune per definire queste formalità. Ancora non è possibile, però, stabilire una data certa per l’apertura del giardino”.
(Va.Or.)
- Advertisement -




Articoli Correlati