Slip per i senzatetto, iniziativa del SISM

Donare ai senzatetto. Il gesto, che si traduce spesso in offerte di beni alimentari e di abiti, è diventato un momento “intimo” al Policlinico. Studenti di Medicina hanno dato vita a una raccolta particolare, organizzando una due giorni, partita il 27 aprile, che ha portato all’edificio 20 uno stand destinato alle donazioni di slip. L’iniziativa porta la firma del SISM, Segretariato Italiano Studenti di Medicina, in collaborazione con l’Associazione La Tenda. Lo ricorda Annachiara Ruggeri, aspirante medico da quattro anni e responsabile SCORP, la sezione del SISM Napoli Federico II che si dedica a Diritti umani e Pace: “già in passato abbiamo realizzato iniziative simili. A Natale, ad esempio, con l’associazione ABIO sono stati raccolti giocattoli per i bambini in ospedale. Visti i risultati, abbiamo pensato che anche La Tenda potesse avere bisogno di noi studenti. Dopo un primo contatto, ci hanno espresso l’esigenza di raccogliere intimo”. Un argomento vissuto come un tabù: “abbiamo avuto un po’ di difficoltà a comunicare al Policlinico la nostra attività, ma alla fine la prof.ssa Stefania Montagnani, docente di Anatomia, ha approvato il progetto”. Un bilancio dopo l’esperienza: “la risposta è stata positiva, ma si poteva fare di più. Speriamo di ripetere l’evento l’anno prossimo e di fare ancora meglio”. Tanti i suoi colleghi che hanno partecipato all’iniziativa, come Mariangela Balassi, Sara Tramontano, Giorgio Bertana, Federica Giugliano, Francesca Fogliamanzillo. Braccio destro di Annachiara, Gianluca Fevola, iscritto al quarto anno, che spiega come il tempo sia stato uno degli ostacoli da superare: “abbiamo avuto le autorizzazioni necessarie pochi giorni prima del 27 aprile, quindi non c’è stato modo di fare tanta pubblicità. Per fortuna avevamo a disposizione due giornate, quindi la prima ci è servita per farci conoscere e la seconda per ottenere una maggiore risposta da parte dei donatori”. Sulla richiesta di indumenti intimi: “abbiamo ricevuto all’inizio molte reazioni stranite. Poi abbiamo spiegato le ragioni della nostra scelta. Spesso si donano soltanto cibi e vestiti. In tal senso, serve una presa di coscienza che consenta di sfatare il tabù sull’intimo”. Sulla scelta della location, aggiunge: “da studenti della Federico II volevamo coinvolgere nell’iniziativa la nostra Università. Inoltre, abbiamo ritenuto che al Policlinico potesse esserci maggiore empatia sulla questione”. Sempre il Policlinico si appresta ad accogliere nuove iniziative targate SISM. Una di queste è fissata al 12 maggio quando, a partire dalle ore 14, si terrà all’edificio 5 un incontro con l’Associazione Italiana per la Donazione degli Organi: “interverranno medici del Policlinico. Al termine della conferenza ci sarà la possibilità di sottoscrivere la tessera come donatore di organi”. 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati