Stage a Napoli con l’Aiesec per Dóra, studentessa ungherese

Ha 22 anni e viene da Csabrendek, una cittadina dell’Ungheria occidentale. Studia Relazioni internazionali all’università di Gy?r. Dóra Horva’th è arrivata a Napoli poco più di un mese fa per uno stage presso l’associazione studentesca AIESEC. Scopo dello stage – che durerà fino a marzo – sono delle attività presso una scuola privata di conversazione inglese, “è una lingua che mi piace molto”, sottolinea Dóra che conosce molto bene anche il tedesco e già abbastanza bene l’italiano, anche se “non riesco ancora a dire molte cose fondamentali”. È sportiva, gioca a pallacanestro, le piace fare jogging, ma soprattutto incontrare persone di altri paesi e conoscere altre culture. “Il mio vero hobby è l’AIESEC”, afferma. A gennaio tornerà nel suo Paese per discutere la tesi. Dopo la laurea spera di viaggiare ancora e magari di restare ancora un po’ di tempo in Italia. “Ho incontrato Felice, il presidente del Comitato della Federico II,  ad un incontro internazionale a Roma e lì è nata l’idea di sviluppare delle idee insieme e di collaborare a dei progetti. È stata un’ottima scelta. A Napoli mi trovo molto bene, è una bellissima città e sto imparando molto sulla sua cultura”. Il suo futuro lavorativo lo immagina nel settore dell’educazione e dell’alta formazione, specificamente nel ‘coaching’, insieme di attività che consentono di aiutare le persone a sviluppare al meglio le proprie potenzialità. “Nella mia università abbiamo anche intensi rapporti e collaborazioni con organizzazioni internazionali. Mi piacerebbe anche occuparmi di questo settore”. Fino ad ora ha viaggiato quasi sempre all’interno dei confini europei e del mondo occidentale in generale, ma sogna di scoprire mondi e culture completamente diversi. “Dopo questa esperienza in Italia mi piacerebbe andare in Sud America, in India o magari in Australia, per vedere mondi completamente nuovi”. 
(Si.Pa.) 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati