Un docente in casa con le videolezioni

Lezioni private alla portata di un click: la nuova iniziativa di Ateneapoli Editore, realizzata in collaborazione con la Scuola di Diritto Jure Consultus, porta nella vita degli universitari la possibilità di studiare, comprendere e riassumere una disciplina d’esame, stando comodamente seduti davanti al proprio pc di casa. Sulla piattaforma www.videostudy.it sono disponibili, infatti, lezioni on-line compatte che affrontano alcune delle più importanti materie oggetto d’esame afferenti a vari Corsi di Laurea. Partendo da una visione generale dell’intero programma della disciplina prescelta, le videolezioni di preparazione centrano punto per punto i vari argomenti, focalizzando l’attenzione su tutto ciò che occorre sapere per superare la prova. Si parte con Giurisprudenza, a breve saranno disponibili anche materie dei Dipartimenti di Studi Umanistici e di Ingegneria. Diritto Penale e Diritto Costituzionale (le due discipline attivate fino ad ora) non avranno più segreti per chi, acquistando on-line il corso, avrà il supporto dell’avvocato Luca Sansone, Direttore della Scuola Jure Consultus. “Le videolezioni sono indirizzate agli studenti che vogliano preparare in modo ottimale una disciplina di studio, in vista delle prove – afferma l’avv. Sansone – Chi comprerà il pacchetto di lezioni on-line avrà la possibilità di vedere una vera e propria ‘trasmissione’ televisiva, dove si spiegano dettagliatamente i punti principali della materia d’esame”. Sansone si è laureato alla Federico II nel 1984, dopo aver esercitato per 16 anni la professione di avvocato, ha appeso la toga al chiodo per dedicarsi completamente all’attività didattica. “La mia vocazione da professore è iniziata tanti anni fa, quando smisi di fare l’avvocato per dedicarmi alla didattica. All’epoca preparavo solo i laureati per il concorso in magistratura. Successivamente, quando l’esame fu reso molto difficile, ho iniziato ad aiutare i ragazzi nel superamento delle prove per diventare avvocato”. Dopo così tanta esperienza, “mi sembrava giusto portare le mie conoscenze agli studenti universitari. Mi piace pensare che le mie lezioni non si fermino alla disciplina in sé, ma servano poi anche come base e supporto per affrontare le difficoltà dei concorsi post laurea”. La scelta di dedicare le prime videolezioni a Diritto Penale, infatti, non è casuale. “Il Penale è una materia che si ritrova in ogni concorso. Chi dovesse acquistare il pacchetto di lezioni potrà usufruire di queste nozioni anche dopo la laurea, magari per prepararsi al concorso in magistratura. Non dimentichiamo che la comodità di avere ‘un docente in casa’ consente, quando non si capisce un argomento, di tornare indietro e rivedere e risentire l’intero discorso. Insomma, non si rischia mai di perdere il filo”. 
Uno schema riassuntivo
degli argomenti trattati
Il corso di Diritto Penale è diviso in 11 argomenti di base, ripartiti in minuziose e specifiche sottocategorie, che si snodano in 12 ore di lezione. Si parte dai Princìpi e Classificazioni Generali, per passare al Reato Doloso, al Reato Colposo, alla Responsabilità Oggettiva, per citare alcuni argomenti. “Ho cercato di seguire l’indice del manuale di Fiore, usato in quasi in tutti i corsi universitari, in modo da dare agli studenti un filo conduttore sul proprio manuale di riferimento. Alla fine di ogni videolezione c’è uno schema riassuntivo degli argomenti trattati”. Perché, secondo Sansone, una delle più grandi pecche di chi non riesce a studiare bene è la mancanza del senso dell’orientamento. “L’ordine mentale è fondamentale per qualsiasi materia. Per questo, ad ogni lezione ho affiancato il relativo schema riassuntivo. Riassumere permette di tracciare collegamenti fra Istituti, in modo da avere una visione generale, ma al contempo particolare, del programma”. D’altronde, “le mie capacità di portare al successo, grazie a questi metodi, sono state testate dai risultati che nel corso degli anni hanno avuto centinaia di ragazzi”. Le videolezioni per l’esame di Diritto Costituzionale durano, invece, 6 ore. “Abbiamo scelto Costituzionale perché è la materia che al primo anno fornisce le basi del diritto. Studiare bene questa disciplina equivale a gettare un ponte sicuro nella carriera universitaria”. 
Accedere al sito per acquistare il pacchetto di lezioni è semplicissimo. Basta collegarsi alla piattaforma on-line www.videostudy.it, selezionare la disciplina che interessa e procedere al pagamento. Le lezioni, realizzate dalla Scuola di Diritto Jure Consultus, sono divise in capitoli e possono essere seguite in qualsiasi momento, accedendo con le proprie credenziali al sito, inviate ad iscrizione effettuata. Il sito consente di far acquistare i corsi pagando con le più comuni carte di credito prepagate come la Postpay, ad esempio, o attraverso il circuito PayPal. Per il corso di Penale, la spesa per la disponibilità dei video per 120 giorni è pari a 20 euro. Se si volesse acquistare la visualizzazione del corso per un anno la spesa ammonta a 50 euro. Cifre ancora più basse per Diritto Costituzionale: 15 euro per la disponibilità di 4 mesi; 40 euro la visualizzazione per un anno. Come mai un corso dichiarato così efficace costa poco? “Abbiamo preferito tenere dei prezzi bassi per essere alla portata di ogni tasca – spiega l’avvocato Sansone – così possiamo aiutare più persone possibili. Puntiamo ad offrire la qualità, con la certezza di trasmettere un vero sapere”.
Al rientro dalle vacanze estive, per il prossimo anno accademico, saranno disponibili on-line, sempre per Giurisprudenza, le videolezioni di Diritto Privato, Diritto Amministrativo, Diritto Commerciale, Procedura Civile e Procedura Penale. I tre buoni motivi per iscriversi alle lezioni secondo l’avvocato Sansone: “In primis, si ha la possibilità di avere spiegazioni dettagliate su tematiche difficili, usando ogni dispositivo che si ha disposizione: telefono, smart tv, tablet, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo si può fare una ripetizione degli argomenti in vista dell’esame”;  “ogni modifica legislativa in corso verrà adeguata e le spiegazioni verranno costantemente aggiornate”; “gli schemi riassuntivi alla fine di ogni argomento sono una manna per chi non sa districarsi tra le tante nozioni di diritto”. 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati