Partito il nuovo assetto organizzativo all’Università Federico II

Dopo tre anni di studio e lavoro di squadra coordinato dal prof. Guido Capaldo e dal Direttore Generale dell’Ateneo dott. Francesco Bello, dal 5 novembre è in vigore il nuovo riassetto organizzativo dell’Amministrazione Centrale dell’Università Federico II. Diventa quindi operativo uno dei principali, forse quello più impegnativo, punti del programma rettorale del prof. Gaetano Manfredi.
Gli obiettivi da raggiungere sono diversi ed ambiziosi. L’Amministrazione Centrale si è strutturata per: offrire un maggior supporto e quindi favorire le attività di ricerca e di trasferimento tecnologico dei Dipartimenti; incentivare  l’internazionalizzazione della didattica e la ricerca; sostenere il processo di programmazione dell’offerta didattica dei Dipartimenti, di autovalutazione e valutazione; intensificare il monitoraggio dei grandi progetti, il controllo delle performance ed elaborare statistiche ufficiali; migliorare la formazione e le sinergie tra le strutture applicando anche nuovi e comuni processi di sviluppo organizzativo.
Per fare ciò la macchina organizzativa è stata potenziata con l’aggiunta di tre nuove Ripartizioni (ora in totale sono dodici), mentre quelle esistenti hanno subito spostamenti di competenze ed in qualche caso anche cambio di denominazione.
A completare la squadra del gruppo dirigenziale, frutto dell’ultimo concorso (a distanza di dieci anni dal precedente), sono entrati…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 9 novembre (n. 16/2018)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati