Regolamento e ordinamento, aria di cambiamento a Medicina

“Il cambio di regolamento permetterà di accedere alla laurea con abilitazione. Il tirocinio abilitante sarà svolto all’interno delle attività cliniche professionalizzanti durante i sei anni del Corso di Laurea. È una modifica che consente di guadagnare un anno e che sarà operativa già dal prossimo anno accademico. Poche settimane fa abbiamo avuto conferma dal Ministero che possiamo partire”. Incipit vita nova a Medicina e Chirurgia. Ad anticipare alcuni dei cambiamenti che nel prossimo futuro potrebbero caratterizzare il percorso di studi degli aspiranti medici è il prof. Sabino De Placido, Presidente del Corso di Laurea. Se per il cambio di regolamento didattico sembra si sia arrivati alle battute finali, è ancora in attesa di maturazione il cambio di ordinamento. In quel caso la trasformazione è “più lunga e sofferta. La proposta è stata già formulata e approvata dal Senato Accademico, dal Consiglio di Amministrazione e dal Nucleo di Valutazione. Sta seguendo il suo iter legislativo tipico. Non so se ci sarà in tempo per maggio, così da poterlo attivare già dall’anno prossimo, o se occorrerà di più”. L’obiettivo nel definirne le linee principali è: “rendere più fluido il percorso degli studenti evitando blocchi e rallentamenti. Il cambio mira a rendere il percorso didattico in linea con i tempi e più aderente alle esigenze europee”. Sul tavolo di discussione anche il voto di laurea, con modifiche previste dal nuovo regolamento. Sette i punti bonus che determinerebbero…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 22 marzo (n. 5/2019)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -





Articoli Correlati