Si candida con i 5 Stelle il prof. Ugo Grassi, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza

“Per l’Università la priorità della prossima legislatura, quella che comincerà dopo le elezioni del 4 marzo, è la liberazione dall’incubo della burocrazia. Si è venuto a creare un meccanismo mostruoso di controlli e verifiche continue sulla qualità che, alla fine, sottrae energie ai docenti e peggiora, piuttosto che migliorare, la didattica. Se hai passato ore a compilare cervellotiche schede, la lezione ne risente. Siamo ormai tutti vittime di questa situazione: chi, come me, dirige un Dipartimento e chi ha un ruolo di semplice docenza. Bisogna che si rivedano le norme che hanno determinato un esito così negativo”. Il prof. Ugo Grassi, 53 anni, ordinario di Diritto civile e Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza all’Università Parthenope, parte dalla situazione degli Atenei per spiegare quali siano stati i motivi che lo hanno indotto a candidarsi. Corre con il Movimento 5 Stelle per un posto al Senato.
Lei critica i meccanismi di valutazione. Non crede che possano contribuire a migliorare i servizi offerti dagli Atenei agli studenti ed al territorio?
“Schede di autovalutazione…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 9 febbraio (n. 2/2018)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -





Articoli Correlati