Un ricco medagliere per il Cus Napoli ai Campionati Nazionali

La rappresentativa del CUS Napoli non disattende le aspettative. I risultati dei Campionati Nazionali Universitari di Cassino, che si sono svolti dal 13 al 22 maggio, sono forieri di grandi soddisfazioni per tutto il team cusino e confermano la qualità sportiva degli studenti atleti.

Sin dal primo weekend di gare, il CUS Napoli ha raccolto importanti vittorie. Il Maestro Salvatore Tamburro ha guidato la squadra di Karate, che ha conquistato il primo posto nella classifica generale di tutti i CUS italiani con sei medaglie totali. Il podio: oro per Vincenzo Riccio, studente di Economia, e Gennaro Vitulano, studente di Ingegneria Meccanica, entrambi della Federico II; argento per Francesca Mangiacapra, iscritta al Corso di Scienze Motorie alla Pegaso, e per il collega William Wierdis, iscritto ad Ingegneria Civile; bronzo per Chiara Battipaglia, studentessa di Scienze Nautiche presso l’Università Parthenope, e Devid Lena, di Scienze Motorie alla Pegaso.

Il primo weekend ha stabilito anche i verdetti del Taekwondo, altra disciplina di combattimento che conferma i pronostici. Cassino ha visto salire sul posto più alto del podio Davide Galdiero, studente di Informatica alla Federico II; secondo posto per i federiciani Angelo Adda e Guido Marino, iscritti a Scienze della Nutrizione il primo ed Economia Aziendale il secondo; quattro le medaglie di bronzo con Daniele Barone e Claudio Esposito Afeltra, colleghi in Scienze Motorie alla Parthenope, Sara Marzocchi, studentessa di Ingegneria alla Federico II, e Roberto Miano, di Biotecnologie alla Federico II.

Il secondo weekend a Cassino ha continuato ad arricchire il medagliere del CUS Napoli, con otto studenti sul podio delle diverse categorie di Judo. Grazie alle prestazioni impeccabili dei ragazzi, il Cus Napoli è stato nominato campione nazionale universitario. Un titolo ad honorem, che viene legittimato dall’oro del team cusino alla gara a squadre. Per le individuali, invece, Gaetano Palumbo (Scienze Motorie, Parthenope) ha ottenuto l’oro insieme a Giulia Pierucci (Scienze Motorie, Pegaso); il bronzo è arrivato per Federico Bencivenga (Scienze Motorie, Pegaso), Daniele Di Capua (Ingegneria Elettronica, Federico II) e Gennaro Guarino (Ingegneria Gestionale, Federico II). Altre medaglie di bronzo per Francesco Nasti (Scienze della Nutrizione, Federico II), Marco Rosi e Matilde Tagliabue (Scienze Motorie, Pegaso).

La Lotta conferma la sua indiscussa qualità e sale sul tappeto con ottime prestazioni. Ha vinto l’oro Vincenza Amendola, studentessa di Lingue e Culture Comparate a L’Orientale, che Ateneapoli ha intervistato durante la preparazione per questa importante competizione. Oro anche per Pierluigi Scioli (Scienze Motorie, Parthenope) e Nehal Shuja (Scienze Politiche, Federico II) che conquista il primo posto alla categoria 125 kg. Medaglia d’argento per Mario Esposito (Scienze Motorie, Parthenope) e di bronzo al collega e omonimo Mario Esposito. Per quanto riguarda la Lotta Greco Romana, si riconferma campione Nehal Shuja per la categoria 130 kg, e figura al terzo posto Francesco Frigerio (Scienze Motorie alla Parthenope).

A regalare sorprese è stata invece la Scherma, con l’oro di Vittorio Amendola, studente federiciano di Geologia, e la schiacciante vittoria di Sara Maria Kowalczik, iscritta a Scienze Motorie alla Parthenope.

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img

Articoli Correlati