Accordo OBI-SRM per uno studio sulle imprese del Mezzogiorno

Uno strumento utile al servizio del territorio meridionale e a tutti gli operatori economici e finanziari: il 7 luglio è stato siglato a Napoli un accordo finalizzato alla realizzazione di un rapporto annuale sull’industria delle regioni del Mezzogiorno. 
“L’intento è quello di fare uno studio congiunto sulle regioni meridionali da parte di OBI (Osservatorio Regionale Banche-imprese di economia e finanza) e SRM (Studi e Ricerche per il Mezzogiorno) – ha dichiarato Federico Pepe, presidente SRM – Oggetto dello studio: la natura strutturale e i cambiamenti, che avvengono nel settore manifatturiero, in quello delle costruzioni e dei servizi. Tale rapporto sarà riferito alle regioni: Basilicata, Campania, Puglia e Sicilia, sulla base di un’indagine campionaria a livello regionale presso le imprese. Questo modello competitivo si confronta con scenari di mercato, che assumono sempre più dimensioni globali, spostando la sfida economica fra le economie locali su assetti strategici ben precisi, la cui integrazione all’interno dei modelli gestionali delle nostre imprese non può più essere evitata. A meno che non si resti vincolati a schemi competitivi superati, basati solamente sul controllo dei costi di produzione. I fattori di un modello ‘sostenibile’, nello scenario della competizione globale in cui ci troviamo, sono quindi inevitabilmente basati su qualità, competenza, ricerca, innovazione e capacità di manovrare adeguatamente la leva del marketing e dell’informazione”.
Il protocollo segue un altro accordo, firmato il 22 aprile a Roma, nel quale è inserito anche l’ISAE (Istituto di Studi e Analisi Economica) finalizzato, invece, alla realizzazione di un rapporto trimestrale congiunto ISAE-OBI-SRM per l’analisi della situazione congiunturale del settore manifatturiero, delle costruzioni, del terziario innovativo e delle famiglie, guardando ai dati relativi al Mezzogiorno e alle regioni che ne fanno parte, viste all’interno del quadro nazionale. L’accordo è stato siglato presso la sede di SRM. Presenti alla firma, anche Francesco Saverio Coppola (direttore SRM), Antonio Corvino (direttore generale OBI) e Michele Matarrese (presidente OBI). Quest’ultimo ha dichiarato: “il sistema imprenditoriale del Mezzogiorno accusa ancora un notevole ritardo nell’adeguarsi a un paradigma competitivo sostenibile e moderno. Su questo tema, pesano, inoltre, gli orientamenti delle politiche economiche, monetarie, valutarie e fiscali”.  
Anna Maria Possidente
- Advertisement -





Articoli Correlati