“Chi ritiene di studiare part-time parte con il piede sbagliato”

“Scienze Politiche è una Facoltà che non preclude strade. Chi ha già una vocazione ben definita, nel senso che vede per sé un futuro da medico, da ingegnere, da avvocato, si iscriva altrove. Coloro i quali, però, non hanno ancora capito cosa vorranno fare da grandi, in questa Facoltà potranno trovare la propria vocazione. Purché, naturalmente, abbiano voglia di impegnarsi, nutrano curiosità, siano interessati all’attualità e soprattutto abbiano chiaro che bisogna studiare seriamente”.  Il prof. Marco Musella illustra Scienze Politiche della Federico II agli studenti. Cinquant’anni, napoletano, e’ stato eletto Preside il 22 luglio, con 39 preferenze. Subentra al prof. Raffaele Feola e guiderà la Facoltà per i prossimi anni. In precedenza, è stato Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Scienze Politiche.
Parte non a caso da lì la presentazione agli immatricolandi. Dice Musella: “Il Corso di Laurea in Scienze Politiche offre, nei primi due anni, una preparazione di base nelle aree disciplinari caratterizzanti le scienze politiche richieste nei concorsi pubblici e nelle prove presso aziende. Quindi: storiche, giuridiche, economiche, politologiche, sociologiche, geopolitiche, statistiche e linguistiche”. Economia Politica, Diritto privato oppure Istituzioni di Diritto pubblico, Statistica, Storia moderna, Sociologia, Lingua inglese, francese, tedesca o spagnola gli insegnamenti del primo anno.
“Scienze Politiche dell’Amministrazione – prosegue il prof. Musella – offre le conoscenze di metodo e di contenuto per la formazione giuridica, politico-istituzionale ed economica dei manager della pubblica amministrazione, centrale e periferica, e delle imprese, pubbliche e private”. Il Corso offre, nei primi due anni, una solida preparazione di base nelle discipline richieste nei concorsi pubblici di accesso alla pubblica amministrazione e nelle prove selettive presso le imprese: diritto, economia, statistica, storia, scienza politica, sociologia e lingue straniere. 
Completa l’offerta formativa per i neodiplomati il Corso di Laurea in Statistica. E’ interfacoltà, nel senso che Scienze Politiche lo propone insieme ad Economia. Prepara laureati che possiedano un’adeguata conoscenza di base delle discipline statistiche e delle relative applicazioni. Sbocchi occupazionali e professionali previsti: aziende private, pubbliche, Enti di ricerca, tra cui l’ISTAT ed i Servizi Statistici della Pubblica Amministrazione.
Il Preside Musella suggerisce ai ragazzi di proseguire la formazione oltre la Triennale, con poche eccezioni: “Chi già lavora può utilizzare la laurea di primo livello per arricchire il suo bagaglio, rafforzare la sua posizione in seno all’azienda o all’ente dove è assunto. Tutti gli altri, che un lavoro devono trovarlo, faranno bene ad arricchire il proprio curriculum con un titolo di Laurea Specialistica”. 
I corsi dovrebbero iniziare ai primi di ottobre. Agli studenti che sceglieranno la sua Facoltà, Musella rivolge una promessa ed un monito. La promessa: “Troverete una realtà vivace, che sarà sempre più aperta alla città, che si farà promotrice di iniziative culturali, dibattiti, incontri”. L’avviso: “Chi ritiene di studiare part time, di affrontare Scienze Politiche nei ritagli di tempo, di studiare con superficialità, parte col piede sbagliato. Se anche si laureerà, resterà con una laurea che gli servirà a ben poco”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati