A Fisica biennio specialistico in inglese con un percorso di mobilità strutturata

In crescita le immatricolazioni ai Corsi di Laurea del Dipartimento di Matematica e Fisica. “Possiamo registrare un trend positivo sia per il Corso Triennale di Matematica che per Data Analytics, il nuovo percorso interamente in inglese, mentre restano stabili gli immatricolati per Fisica”, afferma il Direttore, prof. Lucio Gialanella. E proprio per chi si iscrive a Fisica ci sono in serbo delle novità: “Il Senato Accademico ha, infatti, approvato l’attivazione della Magistrale in Fisica che partirà dall’anno accademico 2020/21. La stagnazione delle iscrizioni al Corso Triennale, infatti, deriva in gran parte dalla mancanza di un biennio di specializzazione in Dipartimento, anche perché per un fisico il percorso quinquennale si può dire ‘obbligato’, infatti circa il 99% dei ragazzi continua”. La neonata Magistrale sarà interamente in inglese, con una forte vocazione internazionale, anche perché, ricorda il Direttore, “l’inglese è la lingua con cui comunica la comunità dei fisici in tutto il mondo. È necessario conoscerla anche perché la produzione scientifica è quasi interamente in questa lingua. La Magistrale, inoltre, avrà un percorso di mobilità strutturata, per cui al secondo anno i ragazzi svolgeranno attività didattiche o di tesi presso atenei stranieri, tra cui Monaco, Lisbona e Torun in Polonia, tutti istituti di alto livello. Le attività saranno anche collegate ai nostri lavori al CIRCE, dove gli studenti potranno svolgere tirocinio e altre attività di ricerca”. Per facilitare il passaggio verso la Magistrale, è previsto anche un restyling della Triennale con una revisione dei carichi didattici. Aumenteranno anche i crediti formativi per l’inglese, “in modo che i ragazzi non avranno difficoltà a seguire i corsi della Magistrale. Offriremo tutta l’assistenza necessaria anche con altre attività di supporto alla conoscenza della lingua. Si tratta di un qualcosa di nuovo per noi, che va ad arricchire l’offerta formativa dell’Ateneo con un Corso che non ha eguali in Regione proprio per la sua caratterizzazione linguistica”.
Novità anche per i Laboratori del Dipartimento, in particolare quelli di Informatica e di Calcolo Numerico: “Grazie ad un finanziamento di Ateneo di 85mila euro totali, i due Laboratori sono stati completamente riattrezzati con nuove postazioni più avanzate e altre postazioni pc per il calcolo scientifico sia per gli studenti della Magistrale che per i dottorandi. Inoltre, stiamo rimodernando anche i Laboratori didattici di Fisica”.
Sono stati poi completati i lavori al CIRCE per il KM3Net, progetto al quale partecipano ben 16 Paesi europei ed extraeuropei che prevede l’installazione di un telescopio per neutrini sul fondale marino a sud/est della Sicilia per lo studio dei neutrini ad alta energia: con il nuovo anno verranno inaugurati i locali di circa 600mq, attrezzati con carro ponte, che serviranno da base agli scienziati dei 16 Paesi coinvolti, per l’assemblaggio delle varie parti dei rilevatori che saranno installati a largo della Sicilia.
“Sono in corso – conclude infine il prof. Gialanella – contatti con l’ARPAC e con la Regione per la stesura di un accordo per attività di ricerca di comune interesse. È nostra intenzione, infatti, mettere a disposizione del territorio le nostre competenze per il monitoraggio ambientale. D’altro canto, sarà per i nostri ragazzi l’opportunità di svolgere attività sul campo, in un settore come quello della fisica ambientale, che potrebbe rappresentare per loro un futuro sbocco lavorativo”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati