Ad Organizzazione Aziendale piattaforme informatiche per realizzare lavori di gruppo

Invogliare all’utilizzo di strumenti didattici innovativi e ad avvicinarsi alle tecnologie informatiche: uno degli obiettivi del prof. Rocco Agrifoglio, docente di Organizzazione dei Sistemi Informativi al Dipartimento di Studi Aziendali ed Economici, il quale, oltre alle lezioni frontali, coinvolge i suoi studenti in lavori di gruppo su piattaforme informatiche ad hoc, che poi vengono presentati e discussi in aula.
Lavori di gruppo e presentazione di testimonianze aziendali durante il corso sono divenuti, si può dire, una prassi così da “aiutare i ragazzi a contestualizzare gli argomenti teorici appresi a lezione. Quelli da me tenuti sono insegnamenti relativi alle scienze sociali che è difficile contestualizzare se non si va materialmente in azienda. Visto che questo non sempre è possibile, utilizzo questi altri strumenti per consentire agli studenti di ampliare le loro competenze, utilizzando, per quanto riguarda la piattaforma, anche strumenti informatici innovativi”.
Ai frequentanti Organizzazione Aziendale, Corso di Laurea in Economia Aziendale, viene proposto un lavoro di gruppo face to face, attraverso la piattaforma di Ateneo, mentre per gli studenti di Organizzazione dei sistemi informativi per il turismo e Organizzazione dei sistemi informativi nella PA “viene utilizzata una piattaforma wiki per la realizzazione e la gestione collaborativa di contenuti a distanza, denominata PBWorks’ – PbWorks Edu, che consente di interagire e comunicare a distanza, in maniera sia sincrona, sia asincrona, per realizzare due relazioni che saranno poi presentate durante il corso”.
Il prof. Agrifoglio ha assunto da un mese anche la delega del Dipartimento  all’orientamento in itinere e al placement. “Per quanto riguarda l’orientamento, per adesso stiamo ragionando sulle attività che consentano agli studenti un più agevole accesso alle informazioni utili al proprio percorso formativo attraverso l’organizzazione di una serie di incontri e momenti di confronto”, anticipa. I servizi per il placement, sottolinea, “sono centralizzati e, dunque, gestiti a livello di Ateneo da un Ufficio preposto. Il mio compito è quello di favorire e semplificare l’interazione tra l’Ateneo e le aziende attraverso la costruzione di nuove relazioni e lo sviluppo di quelle preesistenti. Nello specifico, in linea con la politica del Dipartimento ed in risposta alle esigenze formative degli studenti iscritti ai nostri Corsi, lavoreremo per incrementare le attività di tirocinio curriculare e post-lauream attraverso la stipula di nuove convenzioni con le principali organizzazioni operanti sul territorio nazionale, sia pubbliche che private. Particolare attenzione, in realtà, sarà posta ai rapporti con le amministrazioni pubbliche che, coerentemente con i propri fabbisogni professionali e formativi, potrebbero risultare interessate all’avvio di percorsi di inserimento in azienda di giovani laureandi e laureati”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati