Alle urne gli studenti de L’Orientale

Sono circa 10mila gli studenti de L’Orientale chiamati alle urne tra il 17 e il 18 marzo per eleggere i loro rappresentanti nel Consiglio degli Studenti, nel Comitato per lo Sport Universitario e nel Consiglio di Amministrazione (CdA) A.di.su.. A Studi Arabo Islamici si voterà, inoltre, anche l’unico rappresentante in Consiglio di Facoltà: l’attuale consigliere, Pasquale Gallifuoco, si è laureato e, quindi, è decaduto.
Per il CdA dell’A.di.su. si voterà solo nella giornata del 17 marzo, mentre le liste sono state presentate entro il16 febbraio: l’elettorato attivo comprende anche gli studenti del Conservatorio di San Pietro a Majella e dell’Accademia di Belle Arti. Sono due le liste con candidati de L’Orientale, una legata alla Sinistra Universitaria ed un’altra dell’Associazione ‘Orientale ’05’ che si presenta unita al gruppo indipendente ‘Asterisco’.
Francesca D’Ambra, studentessa di Scienze Politiche, ed Emanuele Emione, Consigliere uscente per il CdF di Lingue, sono i candidati di ‘Orientale 05-Asterisco’. “Emanuele si è impegnato molto durante la scorsa consiliatura e questa candidatura, per lui, rappresenta un po’ la conclusione del suo lavoro – spiega Alex Poma, membro di ‘Orientale 05’ – Francesca, invece, è alla sua prima candidatura ed è una ragazza piena di entusiasmo: noi siamo convinti che sia importante dare spazio a nuove persone che possano allargare non solo la base di consensi, ma anche la base operativa”. 
Igor Prata, Carlo Pedata, Vincenzo Moccia e Laura Monia Carrassi: sono i candidati per la lista ‘Uno di Sinistra’, dove, spiega Igor, “‘Uno’ sta per Università di Napoli ‘Orientale’; il riferimento alla ‘Sinistra’, invece, serve per non dimenticare il Movimento contro la 133 che ha coinvolto e ha fatto proprio dell’Orientale il suo centro”. “Noi abbiamo sostenuto la protesta – aggiunge – ma siamo anche convinti che i tavoli di concertazione vadano creati perché non si può operare solo attraverso i collettivi, i movimenti di piazza, e rifiutando il concetto di rappresentanza. Condividiamo molto con i collettivi dal punto di vista ideologico ma non abbiamo la stessa linea d’azione: noi crediamo che vadano mantenuti entrambi i filoni, quello del movimento e quello delle rappresentanze che si fanno portavoce delle istanze avanzate dalla piazza, altrimenti si fa solo demagogia”. Convenzioni per i trasporti e allargamento delle convenzioni per la mensa, sono i punti principali del programma A.di.su. per la lista ‘Uno di Sinistra’.
Anche se sono ancora incerti i nomi dei candidati che verranno presentati per il Consiglio degli Studenti, il Comitato per lo Sport e per le suppletive di Arabo Islamici (le liste si consegnano entro il 2 marzo), si può anticipare la notizia secondo la quale la Sinistra si presenterà con il motto ‘Uno di Sinistra’ anche per il voto in questi altri consessi, non candidando nomi, però, dalla Facoltà di Lingue. Anticipa Prata: “ancora non abbiamo abbastanza contatti per presentare una lista in quella Facoltà, ma cercheremo di fare di tutto per raggiungere il numero di firme necessario per sostenere candidati anche a Lingue per il CdS, per il Comitato per lo Sport e per il Consiglio di Facoltà”.
‘Orientale 05-Asterisco’ presenterà liste in tutti i consessi e, anche se c’è ancora riserbo sui nomi, assicura Poma: “cercheremo di candidare persone nuove, rinnovando le rappresentanze almeno dell’80%. Posso dire – aggiunge – che, in linea di massima, chi ha già ricoperto due mandati, in qualunque consesso, non si ricandiderà più, dando spazio ai più giovani”.
Valentina Orellana
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati