Alta Formazione a Procida, “una grande opportunità di crescita”

“Il nostro sogno è quello di fare della sede di Procida un centro internazionale di Alta Formazione, che accolga studiosi da diversi paesi, in una cornice naturale bellissima, con un piccolo osservatorio sul mare. Insomma, stiamo cercando di aumentare sempre di più la nostra presenza, anche in collaborazione con gli altri Atenei della Campania, su questa isola”, spiega il ProRettore de L’Orientale Giuseppe Cataldi.
Il consolidamento delle attività culturali e di Alta Formazione a Procida rappresenta una delle priorità del nuovo Rettorato, ed in particolare del Prorettore. “E’ una grande opportunità di crescita sia per l’amministrazione comunale che per il nostro Ateneo – sottolinea Cataldi – La sede che ci è stata offerta dal Comune procidano – con cui la collaborazione è partita tre anni fa – è quella del Conservatorio delle Orfane a Terra Murata, nel centro storico, dove al primo piano dell’antico complesso sono state attrezzate aule e spazi didattici. Inoltre, i rapporti cordiali con l’amministrazione e con tutti gli operatori del settore turistico ci consentono di disporre di servizi di ospitalità alberghiera, ristoro e trasporti a prezzi veramente concorrenziali”.
“Cerchiamo di differenziare l’impegno – aggiunge il prof. Cataldi – Abbiamo programmato Summer School in diversi settori culturali – con una preferenza per i temi del mare -, con studi di carattere economico, geografico, geologico, biologico e via dicendo. E’ forte anche la collaborazione con gli altri Atenei campani per costruire iniziative su quei settori di ricerca che all’Orientale non sono trattati”.
L’invito che parte dal Rettorato, rivolto a tutti i docenti e agli studenti, è di partecipare sempre più assiduamente alle attività della sede di Procida. Il calendario di iniziative per l’anno 2009-2010 è fittissimo. Si è cominciato il 21 maggio con la riunione nazionale dei direttori degli Istituti Confucio, proposta dal prof. Sacchetti, per proseguire fino alla primavera del 2010 – con una breve pausa invernale.  
Tra i prossimi appuntamenti una Summer School organizzata dal prof. Rostirolla, che si svolgerà tra l’8 e il 13 giugno per poi proseguire dal 4 al 9 settembre, su ‘La valutazione nei processi di piano: metodi e applicazioni’, Scuola di alta formazione rivolta ai dottorandi interessati alla valutazione e riqualificazione dei paesaggi e del centro storico. Tra il 22 giugno e il 12 luglio è prevista, invece, la Summer School ‘Procida Travel Study Summer Program’ proposta dal prof. J. Snyder e che vedrà la partecipazione di una trentina di studenti dell’Università della California – “sono studenti statunitensi che studiano letteratura italiana; avranno  la possibilità di approfondire i loro studi direttamente in Italia”, commenta Cataldi. A settembre sono previste anche le consuete Summer School de L’Orientale: tra il 7 e l’11 il ‘Corso di aggiornamento su formazione continua e competenze’ organizzato dalla prof.ssa Melillo nell’ambito del programma di Long Life Learning; tra il 21 e il 30, a cura del prof. Mascilli Migliorini, ‘L’impresa culturale nel Mediterraneo’; tra settembre e ottobre, su proposta del prof. Pettorino, ‘L’informazione nei vari canali di comunicazione’. Sono diversi anche gli incontri in collaborazione con altri Atenei o associazioni nazionali: l’iniziativa di educazione del mare organizzata con la Federico II e la Lega Navale, una Summer School in collaborazione con l’Università di Torino organizzata dalla prof.ssa Librandi, una riunione del gruppo di esperti dell’IUNC (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) organizzata dal prof. Cataldi.
Valentina Orellana
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati