Consigli per gli esami ed iniziative delle cattedre

Ultime settimane di lezione alla Facoltà di Economia, un periodo di intensa attività in vista delle sessioni d’esame. Abbiamo chiesto ai docenti consigli per affrontarla al meglio e novità riguardo iniziative speciali di fine corso. “Il consiglio più grande che possa dare è di fare molti esercizi ed impegnarsi sempre a ragionare. Non c’è bisogno di fare sforzi mnemonici ma chiedersi sempre il perché dell’applicazione di una certa formula”, dice la prof.ssa Germana Scepi, docente di Statistica al Corso di Laurea Triennale in Economia e Finanza e di Modelli Econometrici alla Laurea Magistrale in Statistica. “Abbiamo avuto ospite una ricercatrice dell’ISTAT in una lezione cui hanno partecipato studenti di tutti i livelli anche di dottorato e diverse altre iniziative importanti. Ad esempio l’incontro con il dirigente ospedaliero del Day Surgery di Caserta per  promuovere stage e tesi sulla valutazione dei servizi ospedalieri ed una visita a Succivo, dove siamo stati ospiti del sindaco perché, in deroga alla legge Bassanini, stanno procedendo alla valutazione del piano case”, racconta la prof.ssa Maria Gabriella Grassia che insegna Statistica Sociale al Corso in Statistica e Metodi Statistici per la valutazione dei servizi all’analoga Magistrale. Corsi questi con un numero di studenti contenuto, nei quali è possibile avere un rapporto molto diretto con gli studenti. Dubbi e incertezze, in corsi organizzati in questo modo, si risolvono velocemente.  A differenza di quanto accade nei corsi più affollati del primo anno, come Microeconomia. “Si tratta di un corso complesso, non ci possono essere iniziative particolari e quale sia il modo migliore per affrontare corso ed esame viene detto in aula ripetutamente. Noi insegniamo il metodo economico ed è importante decidere fin dall’inizio se si vuole affrontarlo subito o rinviarlo, perché nel primo caso si deve studiare giorno per giorno, non basta dare una scorsa alle lezioni della settimana. Quest’anno, però, le cose stanno andando un po’ meglio, ci sono pochi abbandoni. Le tre settimane di stop di aprile rappresentano, tuttavia, un terribile elemento disturbante, perché i ragazzi perdono il ritmo e dopo non tornano”, afferma la prof.ssa Francesca Stroffolini che suggerisce agli studenti di dare prima Matematica, o di avere quantomeno buone basi in questa materia, prima di intraprendere Microeconomia. “Abbiamo ospitato al nostro corso un’impresa napoletana emergente, la Big Bubble Bags, che realizza borse da materiali riciclati ed ha recentemente aperto dei nuovi punti vendita. Cerchiamo sempre di dare spazio a realtà imprenditoriali locali di successo, per dimostrare che si può fare impresa anche in Campania. Abbiamo in programma per venerdì 4 giugno un convegno internazionale che svolgeremo a San Marcellino”, spiega il docente di Economia e Gestione Paolo Stampacchia. Infine, la cattedra di Diritto Internazionale della prof.ssa Concetta Maria Pontecorvo ha organizzato un convegno internazionale dedicato al rapporto fra diritto interno ed internazionale sul delicato tema dei cambiamenti a cui farà seguito un altro seminario sulla commissione di Verità e Riconciliazione nel Sud Africa post – Apartheid che avrà luogo mercoledì 9 giugno all’Università Suor Orsola Benincasa.
Si.Pa.
- Advertisement -





Articoli Correlati