Corsi di Laurea a numero chiuso: date, posti disponibili e test

Per molti diplomati il primo scoglio da superare è l’ammissione ai Corsi di Laurea a numero chiuso. Ogni anno sono oltre 20.000 i ragazzi che vi si sottopongono. Per assicurarsi uno dei posti messi a concorso, le aspiranti matricole devono affrontare una prova selettiva costituita da una serie di quiz a risposta multipla: 80 per le Lauree a ciclo unico, 60 per le Triennali. Il test per i Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi dentaria, Medicina Veterinaria e Architettura è stabilito da una Commissione Ministeriale, vale a dire che le prove sono le stesse su tutto il territorio nazionale e che si terranno nel medesimo giorno in tutte le Facoltà d’Italia. Per le altre Facoltà, invece, le domande del quiz vengono decise a livello locale. Tuttavia le prove per accedere ai Corsi di Laurea in Scienze della Formazione primaria e delle Professioni sanitarie si svolgono in contemporanea in tutte le Facoltà della penisola.
All’interno delle pagine dedicate a ciascuna Facoltà troverete ulteriori informazioni sui singoli esami. Tentiamo qui di sintetizzare le date e le tipologia delle prove dei Corsi di Laurea più richiesti.
Il 3 settembre si svolgerà il test per accedere ai Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia che sul territorio campano sono presenti all’Università Federico II, alla Seconda Università (Sun) e all’Università di Salerno. Differisce il numero di posti disponibili: 310, più 20 per gli studenti non comunitari al Federico II (domande entro il 19 agosto); 300 (200 a Napoli e 100 a Caserta) alla Sun (domande entro il 27 agosto) e 100 a Salerno, anche se al momento di andare in stampa non sono ancora stati pubblicati i bandi. Comunque il rapporto tra i partecipanti al test e gli ammessi è di solito di circa 8 a 1. 
Il 4 settembre è la data fissata per la prova degli aspiranti odontoiatri (domande entro il 20 agosto al Federico II, entro il 21 agosto alla Seconda Università), il 7 settembre quella per coloro che sognano di diventare veterinari (domande entro il 24 agosto). Per tutti costoro il quiz è composto da 40 domande di cultura generale e ragionamento logico, 18 di biologia, 11 di chimica e 11 di fisica e matematica.
Una ventina sono ogni anno i posti disponibili ad Odontoiatria del Federico II, mentre gli ammessi a Medicina Veterinaria al Federico II molto probabilmente saranno 104 come l’anno scorso.
L’8 settembre dovranno presentarsi in aula i diplomati che sperano di iscriversi al Corso quinquennale in Architettura della Federico II o della SUN. A loro verrà consegnato un quiz costituito da 40 domande di cultura generale e ragionamento logico, 14 di storia, 14 di disegno e rappresentazione e 12 di matematica e fisica. Ecco le iscrizioni aperte presso l’Ateneo federiciano: 200 studenti potranno essere giudicati idonei per accedere  al Corso di Laurea a ciclo unico in Architettura; 150 alla Triennale in Scienze dell’Architettura e 50 alla Triennale in Urbanistica Paesaggio Territorio e Ambiente; il test di ingresso per Scienze dell’Architettura avrà luogo l’8 settembre; non è ancora fissata la data della prova di accesso per Urbanistica che, però, in genere si svolge ai primi di ottobre. 
L’8 settembre test anche alla Sun, sia per il Corso quinquennale in Architettura (110 posti) che per le tre triennali: Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria (160 posti); Disegn e Comunicazione (100 posti); Disegn per la Moda (100 posti).
Il test per immatricolarsi ad uno dei Corsi delle Professioni sanitarie è fissato per il 9 settembre (al Federico II come alla Sun) ed i posti disponibili sono molto pochi rispetto ai tanti studenti che si presentano ogni anno alla prova. I quesiti saranno predisposti da ciascuna università secondo la seguente distribuzione: 40 di cultura generale e ragionamento logico, 14 di storia, 14 di disegno e rappresentazione e 12 di matematica e fisica.
Anche il questionario di accesso al Corso di Laurea in Scienze della Formazione primaria, attivato al Suor Orsola Benincasa ed a Salerno, si articolerà in 40 quesiti di cultura linguistica e ragionamento logico, 18 verteranno sulla cultura pedagogico-didattica, 11 sulla cultura letteraria, storico-sociale e geografica e 11 su quella matematico-scientifica. L’appuntamento per chi mira ad acquisire le competenze necessarie per l’insegnamento è il 10 settembre.
Ecco una panoramica degli altri Corsi di Laurea a numero chiuso per i quali date e prove sono stabilite a livello locale.
Non si conoscono ancora le date dei test delle Facoltà di Farmacia della Federico II e della SUN. Il quiz d’ingresso alle Lauree a ciclo unico sarà composto da 30 domande di chimica, 30 di biologia, 10 di fisica, 5 di matematica e 5 di cultura  generale professionale. Per chi aspira ad essere ammesso alle Lauree triennali, le domande saranno 25 di chimica, 25 di biologia, 5 di fisica e 5 di matematica. I posti disponibili alla Facoltà di Farmacia della Federico II sono proporzionati alle richieste: 400 in Farmacia, 200 in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche e 150 in ciascuno dei tre Corsi di Laurea triennale: Controllo di Qualità, Informazione Scientifica sul Farmaco e sui prodotti Diagnostici e Scienze Erboristiche.
Sufficienti rispetto alle domande anche i posti disponibili per i Corsi di Laurea della Federico II in Biotecnologie per la Salute e per quello in Biotecnologie Biomolecolari ed Industriali: 375 e 75. La prova d’ingresso avrà luogo a metà settembre. 
72 posti più 4 riservati agli stranieri sono banditi dal Corso di Laurea quinquennale in Ingegneria Edile-Architettura al Federico II. Il Corso è attivato anche a Salerno. Il test di ammissione prevede domande di logica, matematica, fisica, storia, disegno e rappresentazione e si svolge contemporaneamente in tutt’Italia. La data non è ancora nota ma dovrebbe essere comunque fissata intorno agli inizi di settembre.
Ingegneria. Anche per questa Facoltà agli inizi di settembre si tengono dei test, obbligatori ma non selettivi, vi partecipano circa 3.000 studenti solo alla Federico II ed altri 2.000 tra le Università Parthenope, Seconda Università, Salerno e Benevento.
Nella prima metà di settembre sono previsti anche il test d’ingresso di cultura generale per Scienze del turismo a indirizzo manageriale del Federico II (Corso interfacoltà di Economia e Lettere che ha 460 posti disponibili) e quello per aggiudicarsi i 35 posti del Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia della Facoltà di Agraria.
Si attende a giorni la pubblicazione delle date dei test del Corso di Laurea in Culture Digitali e della Comunicazione (Facoltà di Sociologia) e del Corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale (Facoltà di Lettere) dell’Ateneo Federico II, del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa e a Salerno.  Date da definire anche per i test del Corso di Laurea in Psicologia della Federico II e della SUN che bandiscono rispettivamente 250 e 400 posti. E’ già tutto definito, invece, a Giurisprudenza del Suor Orsola: 150 posti disponibili, test il 15 settembre.
Si consiglia di consultare frequentemente i siti dei rispettivi Atenei per la consultazione dei bandi.
 
I servizi sui test sono di Manuela Pitterà
 
Consigli pratici
La prima regola per il giorno del test d’ingresso è non farsi demoralizzare dai commenti negativi dei compagni di banco durante la lunga attesa. Per stemperare il nervosismo meglio sgranocchiare qualcosa di dolce. Ricordatevi di portare con voi una penna nera e di spegnere e tenere nello zainetto il telefonino. 
Vi verrà consegnato un fascicolo di carte. Niente panico: contiene dai 14 ai 17 fogli con i quesiti, due moduli per le risposte, un modulo in cui inserire i dati anagrafici ed un foglio su cui sono indicati il codice identificativo della prova, username e password per accedere all’area riservata del sito del MIUR. Lo studente troverà anche una busta vuota in cui alla fine della prova dovrà inserire soltanto il modulo anonimo con le risposte che verranno corrette  automaticamente da un lettore ottico. Sarà poi l’Università a redigere le graduatorie di merito abbinando i dati dei candidati con i relativi punteggi. Se avete incertezze, non fate di testa vostra, chiedete ai responsabili della Commissione. Sono lì apposta per voi.
Per ogni domanda occorre scegliere solo una tra le cinque possibili risposte. I quesiti delle materie scientifiche non sono difficilissimi, ma quelli di logica e cultura generale possono creare qualche difficoltà. Il consiglio è di sorvolare i quiz sui quali siete dubbiosi e rispondere prima a quelli su cui vi sentite più sicuri. Il tempo che rimane alla fine di questa prima lettura potrà essere utile per soffermarsi sulle domande che mirano a verificare la comprensione di un testo o la conoscenza di nozioni specifiche. Deciderete poi se valga la pena segnare una soluzione di cui non si è certi o lasciare la casella in bianco. Per ogni risposta sbagliata verrà, infatti, sottratto ¼ di punto. 1 punto varrà ogni risposta esatta mentre le caselle lasciate in bianco consentiranno di mantenere il punteggio invariato. 
Le domande imprevedibili del 2008
Chi si ricorda giorno, mese ed anno in cui la Costituzione italiana è entrata in vigore? Forse in pochi, ma avrebbe senso saperlo. Così come ricordare il limite orientale delle conquiste di Alessandro Magno. Più dubbia la necessità di conoscere gli autori di “La scomparsa di Patò” e di “Va’ dove ti porta il cuore”. Gli studenti non sono così d’accordo, visto che le domande su Camilleri e la Tamaro hanno dato a molti la possibilità di aggiudicarsi due punti al test di accesso a Medicina dell’anno scorso. In tanti, invece, sono caduti sui contenuti del Concilio Vaticano II e sulla delibera del Parlamento per dedicare la giornata del 9 maggio alle vittime del terrorismo. 
Queste sono solo alcune delle domande di cultura generale della prova che nel 2008 è stata somministrata agli studenti di tutta Italia che ambivano a diventare medici, ma gli aspiranti veterinari non se la sono cavata meglio. Loro hanno dovuto indicare dove sorga la città di Annecy, chi sia l’autore di “L’ombra delle colline” e in quale acqua si specchi Villa Taranto.
Ai candidati di Odontoiatria è stato chiesto di abbinare una serie di aerei, scavatrici, locomotive, sottomarini ai relativi combustibili e di ordinare i laghi di Lugano, Varese e Como in ordine decrescente di altitudine sul livello del mare.  
Per selezionare i diplomati con le migliori potenzialità per diventare dei bravi odontoiatri, si è domandato loro cosa si intenda nel Titolo V della Costituzione per “principio di sussidiarietà”, così come per stabilire chi avesse più probabilità di svolgere con successo la professione di architetto si è chiesto se l’equatore passi per il Mozambico e quale fosse la carica di Robert Kennedy negli anni ‘60.
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati