D’Apuzzo ufficializza la candidatura

Venerdì 11 marzo il prof. Massimo D’Apuzzo ha ufficializzato la sua candidatura alla Presidenza del Polo delle Scienze e delle Tecnologie, dopo una lunga riflessione, con una lettera inviata via e-mail a tutti i docenti e gli elettori delle Facoltà del Polo (Scienze, Ingegneria ed Architettura). D’Apuzzo, puntualizza che la sua  candidatura si lega con continuità alle esperienze che ha finora maturato nel campo della gestione: Direttore di Dipartimento, Presidente di Consiglio di Corso di Laurea, per più mandati componente del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo, membro del Senato Accademico, membro della Commissione Ricerca del Polo. 
Nella lettera traccia i motivi principali della candidatura. Ne riportiamo qualche passaggio. “La struttura organizzativa del Polo e il sistema di rapporti  con l’Ateneo e con i Dipartimenti sono ormai consolidati. Le recenti modifiche di statuto hanno condotto ad una nuova  articolazione della struttura degli organi di governo  dei Poli, valorizzando opportunamente in modo significativo il ruolo dei Dipartimenti. Le precisazioni effettuate circa le competenze dei Poli ridurranno inutili sovrapposizioni con la struttura di governo dell’Ateneo. In sintesi vi sono tutte le premesse per un ulteriore incremento di efficacia nell’azione dei Poli.  È più facile oggi per i Poli agire con snellezza all’interno del sistema Ateneo (ed in armonia con il sistema stesso) su ambiti molto rilevanti come lo sviluppo di servizi ai dipartimenti tesi al coordinamento della “politica della ricerca”. Penso ad esempio alla realizzazione di un ufficio con personale specializzato nella formulazione e  rendicontazione di progetti internazionali e nelle tematiche brevettuali. A servizi che consentano il trasferimento dei risultati di ricerca al territorio mediante attività di divulgazione e di comunicazione, a servizi per la promozione, il coordinamento e la gestione amministrativa di progetti nazionali di rilevante interesse e di convenzioni che creino sinergie all’interno dell’ampio spettro di competenze presenti nel Polo e che permettano di accrescere tra l’altro le risorse da destinare alla ricerca di base”.
Nelle prossime settimane, il candidato chiederà un incontro con i Consigli di Dipartimento. Decano del Polo, deputato a coordinare le operazioni di voto, è il prof. Lorenzo Mangoni.
- Advertisement -





Articoli Correlati