Economisti e giuristi al Diseg “ottimi vicini”

Spagnola, 56 anni, da trenta in Italia, professore ordinario di Diritto Privato, Lourdes Fernandez Del Moral Dominguez è il nuovo Direttore del Dipartimento di Studi Economico – Giuridici (Diseg). Candidata unica, è stata eletta il 10 settembre dopo che una prima convocazione alle urne era stata annullata per un problema di vizio di forma. La docente conosce molto bene la realtà dell’Ateneo perché è alla Parthenope dal 1997 ed è stata vice del Direttore Antonio Garofalo che ha guidato il Dipartimento per alcuni anni. “Proprio la volontà di portare avanti l’ottimo lavoro di chi mi ha preceduto – dice – e la consapevolezza che l’esperienza già maturata avrebbe potuto aiutarmi a fare bene mi hanno convinto a proporre la mia candidatura ai colleghi”.
In cima all’elenco degli obiettivi che, come sempre accade in questi casi, il candidato aveva inserito nel suo programma c’è certamente il prosieguo del processo di integrazione già avviato. Spiega la prof.ssa Dominguez: “Il Dipartimento nasce dalla fusione sei anni fa di due strutture e di due realtà. Diciamo di due case. In una c’erano gli economisti, nell’altra i giuristi. Dal primo momento abbiamo collaborato sia nell’ambito di progetti di ricerca, sia sotto il profilo della didattica che è impartita nei nostri Corsi di Laurea. Insomma, ci siamo comportati da ottimi vicini. Si tratta ora di proseguire questo processo virtuoso, perché ha garantito buoni risultati sia dal punto di vista della qualità delle proposte formative agli studenti, sia dal punto di vista dei progetti di ricerca che il Dipartimento ha condotto e porta avanti tuttora. Noi giuristi ed economisti dobbiamo sempre più integrare le forze”. Tra gli esempi virtuosi di progetti ai quali collaborano con successo le due anime del Dipartimento, la nuova Direttrice indica Contamination Lab. Una iniziativa che ha come temi di riferimento il mare, l’economia blu e l’economia circolare. “Siamo insieme – sottolinea – per produrre didattica innovativa finalizzata alla creazione di start up. C’è ancora da dare uno sviluppo al progetto e questa sarà certamente una delle sfide del mio mandato. A luglio è stata avviata la costituzione di un incubatore utile per accompagnare le start up nascenti nel progetto di ricerca”.
Non meno importante nel prossimo triennio “sarà il rafforzamento dei rapporti internazionali del Dipartimento, magari con un progetto di laurea congiunta con una università di un altro Paese. Il double degree, insomma. C’è già qualcosa in cantiere, si tratta di svilupparlo”. 
Agli studenti che frequentano i Corsi di Laurea a Palazzo Pacanowski, la sede ubicata al Monte di Dio, a Napoli, promette impegno “per intensificare e migliorare la comunicazione. In particolare per quanto riguarda i processi valutativi. Le vostre indicazioni possono essere preziose per eliminare alcune incongruenze e distorsioni nella didattica. Vogliamo creare vie di comunicazione diretta con gli studenti per capire quale sia la metodologia migliore per arrivare ad una didattica che non dimentichi le loro esigenze, la realtà del mercato e la realtà sociale”.
Non sono in cantiere nell’immediato nuovi Corsi di Laurea, sottolinea, “ma le idee ci sono. Si tratta di lavorare su di esse ed affinarle. Oggi il Ministero è molto rigido quando deve autorizzare la nascita di nuovi percorsi didattici. Per questo non vogliamo avanzare proposte avventate. Meglio ragionare e riflettere con calma”. 
Si congeda con un saluto alle ragazze ed ai ragazzi che in questi giorni iniziano la nuova avventura universitaria: “Spero, e sono convinta, che nella nostra sede possiate trascorrere giornate stimolanti dal punto di vista culturale e gratificanti dal punto di vista umano. Metteteci il giusto impegno e la necessaria passione. Io, come Direttore, sarò sempre disponibile ad accogliere suggerimenti e proposte per migliorare”.
Fabrizio Geremicca
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati