Elsa Napoli: Valeria, neo presidente dell’associazione studentesca

Ha 23 anni, è all’ultimo anno di Giurisprudenza e dice di essersi pentita di aver conosciuto la famiglia elsiana troppo tardi: Valeria Tranchini è la nuova presidente di sezione napoletana dell’ELSA, l’Associazione di giuristi presente in tutta Europa. “Mi sono avvicinata all’ELSA grazie ad un convegno sui diritti umani – spiega – Ho deciso solo successivamente di associarmi perché volevo vivere l’Università in modo diverso. Da lì in poi è stato un crescendo di esperienze fino ad arrivare nel direttivo”. L’associazione  propone agli studenti tantissime opportunità: da stage e tirocini all’estero, a simulazioni processuali in varie branche del diritto, a convegni ed incontri attraverso i quali relazionarsi con la numerosa famiglia elsiana nel mondo. 
In questo nuovo anno accademico due saranno gli eventi di punta: “la  seconda edizione della Local Negotiation Competition, una simulazione di negoziazione assistita tra due parti, nella quale i partecipanti si confrontano su un caso pratico, nell’intento di modificare l’assetto contrattuale per evitare il ricorso al rimedio giurisdizionale”. Per preparare gli studenti nel corso dell’anno “vi saranno numerose attività relative a metodi alternativi di risoluzione delle controversie. Vorremmo far acquisire delle competenze pratiche sulla negoziazione assistita, di cui ci si occupa poco. Lavoriamo su questo assetto innovativo per offrire una preparazione diversificata, utile da presentare poi nel curriculum dopo la laurea”. Altra attività in programma: “La seconda edizione della Summer ELSA Law School, che prevede, come lo scorso anno, incontri seminariali e visite guidate in città destinate agli studenti stranieri. Ci apriamo maggiormente all’internazionalizzazione, anche per promuovere il Dipartimento ed i suoi iscritti fuori dai confini”. Grazie al progetto ELSA Legal Research Group, “i ragazzi porteranno avanti una ricerca legale su una specifica tematica giuridica, finalizzata alla pubblicazione di un articolo di valenza scientifica in un’opera collettiva. In questo modo offriamo attività professionalizzanti che conteranno anche nel mondo del lavoro”. In calendario, poi, vari convegni su diverse tematiche; ad ottobre quella sui diritti umani. Inoltre, “partecipiamo ogni anno ad una Moot – come, ad esempio, quella sul commercio internazionale – e ciò richiede uno sforzo da parte di tutti, anche da parte dei docenti di Diritto internazionale che ci aiutano continuamente”. 
Le attività dell’Elsa consentono di acquisire competenze pratiche ma rappresentano anche motivo di crescita personale. “Da un punto di vista umano mi sento cambiata e molto più spinta a confrontarmi con colleghi di diverse nazionalità”, chiosa Valeria. 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati