Giornata Scientifica del Polo Umanistico il 21 maggio

Seconda edizione della Giornata Scientifica del Polo delle Scienze Umane e Sociali. L’iniziativa, voluta nel 2008 dal Presidente prof. Massimo Marrelli con lo scopo di far conoscere all’esterno le attività scientifiche e la ricerca svolta nei vari Dipartimenti del Polo, verrà riproposta quest’anno il 21 maggio nonostante le non poche difficoltà economiche.
“Sono molti gli utilizzi della ricerca umanistica ma spesso sono poco evidenziati, quindi il nostro obiettivo è sottolinearne le sue ricadute economiche e la sua grande importanza nel tessuto sociale”, sottolinea la prof.ssa Enrica Morlicchio, organizzatrice della manifestazione con le colleghe Valeria Viparelli e Francesca Dovetto. La Giornata è stata progettata all’insegna della massima economia, cercando di non deprimerne lo spirito: “è costata meno di 10mila euro per non gravare sul bilancio dell’Ateneo – sottolinea la Morlicchio – I Dipartimenti esporranno solo dei pannelli per illustrare i risultati delle loro ricerche e chi lo vorrà potrà esporre delle pubblicazioni”. Insomma, non ci saranno effetti speciali ma non mancherà la sostanza. La manifestazione verrà ospitata pressa la nuova Biblioteca di area Umanistica Sant’Antoniello e sarà dedicata al tema della ‘Democrazia e Cultura del paesaggio’. Apriranno i lavori alle ore 10.00 il Rettore Guido Trombetti, il Presidente del Polo Marrelli e Gigliola Golia, Direttrice della Biblioteca; seguiranno le relazioni di Francesco Paolo Casavola, professore di Diritto Romano e Costituzionalista, già Preside della Facoltà di Giurisprudenza della Federico II, e Walter Santagata, docente di Economia dei Beni e Attività Culturali presso l’Università di Torino. La seconda parte della mattinata sarà, invece, dedicata alla premiazione dei vincitori del Concorso di Idee, premio rivolto ai ragazzi delle scuole superiori per “il recupero e la valorizzazione dei luoghi della cultura della città, sia sotto il profilo fisico e funzionale, che sotto il punto di vista delle forme di vita e di uso”,  spiega la prof.ssa Morlicchio. “Non sono arrivati tanti progetti quanti ce ne saremo aspettati – confessa la docente – Purtroppo questo è un periodo difficile anche per le scuole  e quindi non sempre si riesce a partecipare a delle attività extra curriculari. Ci sono pervenute, comunque, diverse proposte carine”. Agli studenti vincitori andrà in premio un assegno di 500 euro, con il quale acquistare materiale didattico.
Stand espositivi dei 21 Dipartimenti coinvolti – afferiscono alle Facoltà di Economia, Giurisprudenza, Lettere, Scienze Politiche e Sociologia – e una visita guidata al nuovo complesso della Biblioteca Umanistica: i momenti centrali della manifestazione. “Grazie alla collaborazione dell’architetto Aldo Pinto, che ha curato il restauro del Complesso, sarà possibile visitare Sant’Antoniello e Palazzo Conca. Verranno illustrati gli interventi di restauro”. 
Valentina Orellana
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati