Ingegneria Chimica, nuovi regolamenti didattici

“Durante il passaggio dal Vecchio al Nuovo Ordinamento – racconta il prof. Nino Grizzuti, Presidente del Corso di Laurea in Ingegneria Chimica, relativamente alle variazioni apportate ai regolamenti didattici per l’anno 2015/2016 – sono stati applicati dei meccanismi di transizione utili a gestire quel cambiamento. In particolare, gli studenti che si erano laureati alla Triennale con il Vecchio Ordinamento e che si iscrivevano alla Laurea Magistrale, dovevano obbligatoriamente sostenere un esame di Metodi Matematici per l’Ingegneria”. Con le attuali modifiche gli studenti hanno maggiore libertà decisionale: “Visto che sono trascorsi molti anni dalla transizione, abbiamo deciso di modificare questo vincolo e di permettere agli studenti di attuare una scelta in un paniere più ampio di insegnamenti, con l’auspicio che questo possa favorire anche il completamento del Corso di studi nel più breve tempo possibile”. Niente più obblighi: “Con il Nuovo Ordinamento, inoltre, era stato spostato l’esame di Economia e Organizzazione Aziendale dalla Triennale alla Magistrale. Risultava, quindi, che i ragazzi provenienti dal Vecchio Ordinamento avessero già sostenuto quest’esame e, di conseguenza, era necessario un esame in sostituzione che era stato individuato in Metodi Matematici per l’Ingegneria. Con l’ampliamento del paniere di scelta adesso gli studenti hanno la facoltà di decidere con cosa sostituire Economia e Organizzazione Aziendale. Si tratta di una variazione tecnica attraverso la quale si spera che tutti quegli studenti che sono, oramai, abbastanza anziani, perché provenienti da una Triennale Vecchio Ordinamento, possano completare il prima possibile il loro percorso universitario con vantaggi per loro ma anche per il Corso di Studi”. 
- Advertisement -





Articoli Correlati