Ingegneria delle Telecomunicazioni mette in “rete” studenti medi, laureandi e aziende

“E’ un settore che tira. Basti pensare ai nuovi investimenti sulla banda larga, alla diffusione di internet e della telefonia cellulare. E’ un mercato molto vivo”. Parole, quelle dell’ing. Alessandra Budillon, docente di Reti di Telecomunicazioni, che in un momento di crisi economica e di incertezze sul futuro, assumono quasi il suono magico della formula abracadabra di Mago Merlino. L’opportunità per sapere cosa si studia ad Ingegneria delle Telecomunicazioni, quali sono le attività di maggior interesse per le aziende sia dal punto di vista tecnologico che di mercato, sarà offerta agli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori, così come ai loro colleghi universitari, da un evento promosso dal Corso di Laurea dell’Università Parthenope. Coordinano l’iniziativa, che si terrà il 15 aprile (ore 9.00-13.00) presso la bella sede del Centro Direzionale (isola C4) della Facoltà di Ingegneria, la prof.ssa Gilda Schirinzi, docente di Tecniche di Trasmissione, l’ing. Urbano Tancredi, docente di Assistenza al Volo e Controllo del Traffico Aereo, oltre all’ing. Budillon. 
Il titolo del “Parthenope TLC Day”, “Telecomunicazioni: una prospettiva per il futuro. Scuole, Università e Aziende si mettono in ‘rete’”, riassume il senso della giornata di orientamento che verrà articolata in vari momenti. In primis, sarà illustrato il Corso di Laurea e le opportunità offerte agli studenti di vivere esperienze all’estero – il Progetto Erasmus ma anche con le convenzioni con altri paesi extraeuropei come la Cina e gli Usa -. “Lo scopo è farci conoscere, siamo una Facoltà di Ingegneria giovane, abbiamo dieci anni”, sottolinea la prof.ssa Budillon ma soprattutto “mettere in contatto gli studenti delle scuole superiori con gli indirizzi scientifici, in particolare con il settore delle telecomunicazioni”. La presentazione del Corso – che seguirà ai saluti del Rettore Gennaro Ferrara, del Preside Alberto Carotenuto, del Direttore del Dipartimento per le Tecnologie Renato Passaro – sarà affidata al prof. Vito Pascazio, Presidente del Consiglio di Coordinamento Didattico. “Il ruolo delle telecomunicazioni nel prossimo futuro”, il tema della conversazione introdotta dalla prof.ssa Schirinzi e che vedrà una presenza d’eccezione con il giornalista-scrittore, docente del Master in Comunicazione della Scienza a Trieste, Pietro Greco, il quale, anticipa la prof.ssa Budillon, “mostrerà, anche con l’analisi di dati, la necessità di favorire una cultura scientifica nel Mezzogiorno per contrastarne il declino”. Si proseguirà con una sessione sulle prospettive aziendali nel campo delle telecomunicazioni; gli studenti medi ma anche i laureandi potranno avere così una visione generale delle attività di punta e delle prospettive di lavoro a breve e a lungo termine del settore. Saranno presenti Telecom Italia, Accenture, Vodafone, Selex SI, Ansaldo STS, Cisco, rappresentanti dell’Authority per le TLC e dell’Unione Industriali della Campania settore ICT.
In contemporanea, saranno organizzate le visite ad alcuni laboratori della Facoltà, nel corso delle quali verranno svolte diverse esperienze. Gli studenti medi avranno così l’opportunità di “sporcarsi le mani” per entrare nel vivo di quello che si fa a Telecomunicazioni: dalla progettazione di antenne all’elaborazione dei segnali, alle misure per l’individuazione dei guasti, al telerilevamento, alle fibre ottiche, alle criticità di una rete dati, ai sistemi di radionavigazione satellitari. Qualche esempio di sperimentazioni mostrate: il controllo automatico di un pendolo capovolto, le tecniche di conversione dei segnali dal formato analogico a quello digitale ed alcune tecniche di compressione (MP3, JPEG).
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati