Karate: l’oro napoletano ai CNU ha 20 anni ed è campione d’Italia

Un campione d’Italia ha indossato il kimono del CUS Napoli ed è tornato da L’Aquila con l’oro al collo. Si chiama Biagio Nettore, ha vent’anni “appena compiuti”, ha iniziato l’avventura da karateca “a quattro anni per problemi di salute”, e lo scorso marzo si è laureato Campione d’Italia agli assoluti Senior. Matricola di Scienze Motorie all’Università Parthenope, Corso scelto perché “è bello, da sportivo, capire come funziona il proprio corpo”, ha disputato il suo primo Campionato Nazionale Universitario: “ho affrontato le selezioni al CUS perché la consideravo una buona occasione di confronto con altri atleti. Anche in ambiente universitario, il livello è molto alto. È stata una bella esperienza. L’evento era ben organizzato per noi atleti. Basti pensare che gratuitamente avevamo a disposizione massaggiatori che potevano aiutarci nella fase di riscaldamento”. Arma numero uno per la vittoria: “la testa, soprattutto per il Kumite. La forza non è tutto, la vittoria passa per la strategia e la voglia di farcela”. Sulla carta una passeggiata. Sul tappeto, un’altra storia: “mi aspettavo di far bene. Non ho sottovalutato nessuno, ma ero consapevole della mia forza”. Originario di Caivano, si allena sei giorni su sette a Scampia, area nord di Napoli che con le arti marziali ha un feeling notevole. Lì il Judo targato Maddaloni fa scuola e il Karate, come sembra evidente, non esita a far la voce grossa. In via Labriola Biagio si allena alla Champion Center Napoli del Maestro Massimo Portoghese: “mi sposto perché lì c’è una delle migliori palestre della città, che ha preparato atleti importanti. Per me ha rappresentato un salto in avanti”. Nel mirino adesso ci sono i Campionati universitari europei 2019 di Zagabria in programma dal 31 luglio al 3 agosto. Per arrivare pronto, come sempre, si allena “dal lunedì al sabato, due volte al giorno, salvo quando ho i corsi all’Università. In generale, però, è più semplice organizzarsi ora che durante la scuola”. Sogno per il futuro: “entrare in un gruppo sportivo delle Forze armate”. 
Ciro Baldini
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati