La menzogna, il tema degli Incontri di lettura

Arriva alla sua terza edizione la manifestazione ‘Incontri di lettura…A Voce alta’. L’iniziativa nasce nel 2007 come momento di lettura pubblica e di riflessione poetica attraverso pagine scelte dal pubblico. “L’affluenza ed il clima di partecipazione e di emozione che magicamente si è creato durante ogni singolo incontro ci hanno spinto a pensare con entusiasmo alla terza edizione. Anche questo piccolo evento ha dimostrato che il territorio ha bisogno di un’attenzione maggiore alle tematiche culturali ed ha altresì bisogno di manifestazioni capaci di coinvolgere tutti, giovani, anziani, bambini”, commenta Marinella Pomarici, Presidente di ‘A voce alta’, Associazione che, insieme ad un’altra realtà associativa – Soup -, ed in collaborazione con l’Università Federico II e la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano, è promotrice dell’evento. “E’ un’iniziativa quest’anno ancora più attraente perché vede la partecipazione di volti noti insieme a gente comune”, anticipa il prof. Guido Rossi, docente della Facoltà di Medicina federiciana. A differenza delle precedenti edizioni, dunque, che si basavano sulla lettura di brani inviati precedentemente dal pubblico, quest’anno ci saranno anche momenti di dibattito, lettura da parte di attori, approfondimenti. Si fonderanno così due iniziative preesistenti: il ‘Festival della Lettura’ di ‘Soup’ e gli ‘Incontri di Lettura’ di ‘A voce alta’.  Un’altra novità: la manifestazione si allargherà su quattro giornate, dal 22 al 25 ottobre. Sette le sezioni in cui si articolerà – gli autori, gli interpreti, le scuole, i bambini, la pagina più amata, lettura dell’opera d’arte figurativa, lettura della musica – tutte legate dal filo comune della letteratura. Il tema prescelto quest’anno è la menzogna, “un tema sempre molto attuale, trattato nei secoli da diversi autori e di cui si possono trovare diverse tracce nella letteratura mondiale”, spiega il prof. Rossi.  
La quattro giorni si aprirà al Centro Congressi federiciano in via Partenope 36 con i saluti del Rettore Guido Trombetti, di Alessandra Calvo e Marinella Pomarici delle Associazioni ‘Soup’ e ‘A Voce Alta’; quindi, il prof. Aldo Masullo, docente di Filosofia morale, aprirà gli incontri con il pubblico e con gli studenti introducendo il tema della menzogna. Durante la manifestazione altri spunti di dibattito saranno portati avanti da Simona Argentieri, psicoanalista ed autrice di l’Ambiguità, Marcello Sorgi, autore di Edda Ciano e Il comunista, o ancora dal prof. Sartori che illustrerà come le neuroscienze spiegano le dinamiche della menzogna. Leggeranno brani selezionati attori come Maddalena Crippa ed Ennio Fantastichini.
Le letture delle pagine inviate dal pubblico e i momenti di dibattito si alterneranno fra le sale del Centro Congressi, gli spazi dell’Istituto Grenoble e la bellissima location di Villa Pignatelli fino alla serata conclusiva del 25 ottobre. Per inviare i propri brani amati c’è tempo fino al 18 ottobre. “L’invito è rivolto a tutta la cittadinanza”, afferma il prof. Rossi. Per partecipare basta compilare il modulo che si trova sul sito dell’associazione, www.avocealta.net, e inviarlo all’indirizzo avocealta@virgilio.it. Il brano, sul tema ‘la menzogna’, deve essere selezionato da un’opera pubblicata (in prosa o in poesia), di cui si indicherà il titolo, l’autore, l’editore e la pagina, e non dovrà superare i 4500 caratteri a 12 pt. spazi inclusi, equivalenti ad un foglio A4. Nella mail bisognerà specificare la propria disponibilità o meno a leggere pubblicamente.
Valentina Orellana
- Advertisement -





Articoli Correlati