La prima lingua da imparare? Il burocratese!

Che differenza c’è tra il piano di studio e il regolamento didattico? Di cosa si occupa il Polo? Dove recarsi per la procedura di immatricolazione? Ebbene, la prima lingua in cui impratichirsi un po’ è proprio quella del lessico universitario per formalizzare con maggiore facilità i passaggi burocratici.
La prima precisazione da fare è che a L’Orientale non vi sono più le cosiddette ‘Facoltà’, sostituite sette anni fa da un’organizzazione dipartimentale che si occupa della gestione e dello svolgimento della didattica e della ricerca. In fase di immatricolazione, lo studente può iscriversi a un Corso di Laurea Triennale (primo livello), al termine del quale potrà decidere se proseguire o meno gli studi con la Laurea Magistrale (secondo livello). L’immatricolazione a un Corso di Laurea si può effettuare fino al 31 ottobre (e anche in seguito, fino al 31 dicembre pagando un’indennità di mora di 76 euro) esclusivamente on-line. Dopo aver compilato un questionario di autovalutazione sulle conoscenze iniziali (non selettivo), lo studente procederà al pagamento della prima rata e in seguito dovrà recarsi con la relativa documentazione e un documento di riconoscimento valido presso la Segreteria studenti al punto di accoglienza presso Palazzo del Mediterraneo (via Nuova Marina 59, piano terra) per ottenere il numero di matricola e fare richiesta del badge identificativo. La Segreteria gestisce tutte le pratiche amministrative dello studente: immatricolazioni e iscrizioni ad anni successivi al primo, passaggio a un altro Corso di Laurea, cambio curriculum, problemi rilevati nel sistema informatico o relativi alla propria pagina personale. Dalla propria area riservata lo studente può gestire per intero i vari aspetti della propria carriera: compilare i dati anagrafici, immatricolarsi, visualizzare le date d’esame, consultare le prenotazioni agli appelli, dichiarare il reddito con autocertificazione ISEE, scaricare il bollettino MAV per pagare le tasse, visionare gli esami verbalizzati dal libretto on-line, stampare il certificato di laurea o degli esami sostenuti, compilare il piano di studio. Il piano dovrà essere redatto on-line dallo studente in conformità all’offerta formativa attivata annualmente dall’Ateneo, in genere tra ottobre e dicembre. È un adempimento obbligatorio che bisogna compilare nell’ambito delle scadenze stabilite annualmente dal Polo per l’intero ciclo di studi prescelto, ivi indicando la preferenza per i cosiddetti esami a scelta libera. La mancata presentazione del piano di studi non consente allo studente di sostenere esami. Delle modifiche relative al piano di studio, come il cambio lingua, delle procedure da compiere in previsione della prova finale e dei servizi didattici si occupa, invece, il Polo Didattico di Ateneo. La modifica del piano di studio dipende dall’anno accademico di iscrizione ed è consentita fino al secondo anno fuori corso per gli iscritti alle Lauree Triennali. Non possono modificarlo gli studenti non in regola con il pagamento dei contributi universitari. Le tasse si versano in due (o tre) rate distinte, il cui ammontare è calcolato da regolamento sulla base del reddito del proprio nucleo familiare. Al versamento della prima rata (di 381 euro) si somma il pagamento dell’imposta di bollo di 16 euro e della tassa regionale per il diritto di studio (con un importo variabile in relazione all’ISEE). La seconda (e terza, se prevede di non pagare la seconda in un’unica soluzione) dovrà essere versata entro la fine di marzo e prevede agevolazioni per studenti con un reddito pari o inferiore ai 13.000 euro o ‘studenti meritevoli’ che abbiano acquisito un certo numero di CFU (crediti formativi universitari). Ogni Corso di Laurea prevede il superamento di circa 20 esami, valutati in trentesimi, che concorrono alla media ponderata. Per alcuni di essi, come le Lingue, la valutazione scritta si considera propedeutica per la prova orale (pena l’annullamento). Gli appelli per sostenere l’esame scritto di lingua sono tre all’anno, cioè uno a sessione (settembre, gennaio-febbraio, giugno). A ogni esame corrisponde un tot di crediti e per conseguire la laurea lo studente dovrà averne acquisiti 180 in tutto nel corso del triennio. 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati