Seminari e laboratori per i 150 studenti della Magistrale in Innovation and International Management

Al momento sono all’incirca 150 gli studenti – ma le immatricolazioni sono ancora aperte – che hanno accettato la sfida lanciata dalla nuova Magistrale in Innovation and International Management del Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni. Per loro, due importanti novità in arrivo illustrate dal Coordinatore del Corso, il prof. Marco Maffei: “Abbiamo appena attivato, ma da piano di studi sono previsti al secondo anno, due laboratori, l’uno di Europrogettazione e l’altro sul Linguaggio di programmazione Python. In più, ho appena siglato un accordo per stage dedicato agli studenti con Campania NewSteel, incubatore certificato della Federico II”. Ricco il parterre di incontri anche per il nuovo Corso: “si tratta di seminari tematici di orientamento che servono ad informare gli studenti e far comprendere loro quali siano gli sbocchi lavorativi e il panorama in cui potranno collocarsi”, informa il docente. A novembre, è attesa la prof.ssa Barbara Czarniawska dello svedese Gothenrburg Research Institute con un seminario dal titolo “Analisi etnografica di una agenzia di stampa” mentre “i ragazzi hanno già incontrato il professore Emerito Lee Parker che ha parlato di strategie e di innovation management e la dott.ssa Alessandra De Angelis che ha presentato la figura dell’innovation manager”. 
Ma gli appuntamenti non finiscono qui. Per chi segue le lezioni di Principi Contabili Internazionali c’è il dott. Eugenio Amodio, partner di EY spa, che sta tenendo seminari tematici su “Accounting for financial Instruments”. Approfondiscono le lezioni di Integrated Reporting, i seminari del dott. Stefano Sibilla, Vice President Head of Administration Hitachi Rail Spa, sui sistemi integrati di raccolta, elaborazione e comunicazione delle informazioni finanziarie di gruppi multinazionali. 
Seminari anche nell’ambito della cattedra di Economia Aziendale 2 (Triennale in Economia Aziendale) del prof. Maffei: relatore il dott. Daniele Catauro, Corporate EMEA Tax per Envista Holdings Corporation, che esaminerà il bilancio dalla prospettiva tributaria.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati