Techframe: ancora due settimane di tempo per le nuove idee

Mancano ancora due settimane (il termine è il 15 giugno) alla scadenza del bando di Techframe, il progetto che punta alla creazione di imprese innovative impegnate nella produzione di beni e servizi in comparti ad elevato contenuto tecnologico e conoscitivo. Promosso e sviluppato dal PST (Parco Scientifico e Tecnologico di Salerno e delle Aree Interne della Campania) e dal CeRICT (Centro Regionale Information Communication Technology), il progetto, con i suoi tre milioni di euro a disposizione per la promozione e l’assistenza nella fase iniziale delle nuove iniziative imprenditoriali, rientra tra i 19 interventi sostenuti, a livello nazionale, dal Ministro dello Sviluppo Economico.  
“Con il progetto TECHFRAME – ha dichiarato l’amministratore delegato del PST, il dott. Remo Russo – puntiamo a favorire la nascita di imprese innovative che offrano prodotti e servizi ad alta intensità di conoscenza sviluppando, integrando e personalizzando strumenti e soluzioni nel comparto dell’Information Communication Technology (ICT). In questo modo l’innovazione tecnologica d’eccellenza diventa una preziosa occasione per uscire dalla crisi, rilanciare il sistema imprenditoriale, creare occupazione di qualità, rendere più competitive le imprese locali”. 
Il bando è rivolto a persone fisiche, singole o in gruppo, e imprese, in forma individuale o societaria e in particolare sono ammesse le proposte presentate da ricercatori, professori, dottorandi, assegnisti di ricerca, dottori di ricerca, dipendenti di Centri di Ricerca e Università della Regione Campania, laureati, nonché persone fisiche con esperienza almeno quinquennale in imprese ad elevato impatto tecnologico e imprese che hanno intenzione di gemmare nuove iniziative imprenditoriali ad elevato impatto tecnologico. 
Verranno selezionate dapprima 25 idee di impresa per la realizzazione di prodotti e servizi ad alta intensità di conoscenza mediante lo sviluppo, l’integrazione e la personalizzazione di strumenti e soluzioni ICT, operanti in particolare in comparti di attività ad elevato impatto tecnologico quali Pervasive, embedded e mobile computing; e-Collaboration; Software Development; Tecnologie ICT per Multimedia; Tecnologie ICT per Digital Divide; Tecnologie ICT per Monitoraggio e Diagnostica dell’Ambiente e del territorio e Sistemi intelligenti.
Le idee di impresa potranno rivolgersi alle seguenti aree applicative: Tecnologie dell’informazione e della comunicazione; Alimentazione, agricoltura e biotecnologie; Energia e ambiente; Nanotecnologie, meccatronica e nuove tecnologie di produzione; Salute; Trasporti e spazio; Sicurezza. 
I titolari delle idee valutate positivamente potranno fruire, nell’arco temporale luglio-dicembre 2009, di servizi gratuiti di assistenza per la redazione di studi di fattibilità tecnica, economica e finanziaria. 
Successivamente, nella seconda fase di progetto, sarà emanato un secondo Bando, riservato a piccole imprese costituite da meno di tre anni, che potranno beneficiare di sostegno finanziario diretto e servizi di assistenza (start-up, early growth) per l’organizzazione e l’avvio di nuovi business. 
“Il Parco Scientifico e Tecnologico punta sull’innovazione per favorire il rapporto tra il sapere, la ricerca e le attività del territorio – ha affermato il Presidente del PST, dott. Floriano Panza – mediante la promozione e l’incubazione delle nuove imprese. In questo modo abbiamo la possibilità di migliorare il nostro servizio rendendolo ancora più percepibile alle istituzioni, agli imprenditori, ai cittadini, al mondo universitario con il quale stiamo sviluppando positive sinergie”. 
Documentazione sul sito www.pstsa.it/techframe, per ulteriori informazioni rivolgersi alle dott.sse Francesca D’Elia (tel. 089 256611; e-mail: fdelia@pstsa.it) e Italia Valentino (tel. 0824 54826; e-mail: ivalentino@pstsa.it).
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati