Terzo romanzo per Avolio, un giovane ingegnere con la passione della scrittura

Un Governatore della Banca d’Italia, napoletano e orgogliosamente meridionalista, con l’intento di risollevare le sorti del Mezzogiorno e sostenuto da una giovane giornalista di cui è innamorato, resta vittima di un complotto internazionale e diventa l’inconsapevole strumento di disegni complessi e oscuri. Il cuore del terzo romanzo di Giancarlo Avolio, “La Moneta del Riscatto”, è tutto qui: questione meridionale, crisi economica, ritmo thriller. Come nei precedenti “La Vendetta di Efesto” e “Linea 1–Reazione mortale”, entrambi pubblicati da Massa editore, l’autore punta ad affrontare tematiche importanti attraverso lo strumento narrativo. E ci riesce molto bene, anche se la sua formazione è di stampo scientifico. Avolio, 33 anni, è un ingegnere laureato alla Federico II nel 2005, il quale, dopo un’esperienza di due anni nella multinazionale americana Accenture, è entrato a far parte della MSC Crociere, reparto informatico. Nonostante gli impegni lavorativi non ha mai abbandonato la passione per la scrittura, anzi. Anche perché, come ha affermato tre anni fa, in occasione della pubblicazione del secondo romanzo, “non esistono due culture, una tecnico-scientifica e l’altra umanistica, ma un’unica cultura con diversi ambiti”. L’ingegnere, dunque, può essere un intellettuale a trecentosessanta gradi. Stavolta anche le problematiche legate all’inserimento dei giovani campani nel mondo del lavoro sono state fonte di ispirazione. “In questo romanzo i temi fondamentali sono due – dice- l’impatto dell’euro sull’economia italiana e il dualismo tra euro e dollaro. Ritengo che l’introduzione dell’euro sia stata uno degli eventi economici e sociali più importanti del nostro secolo, che ha contribuito a creare la crisi in cui ci troviamo. Crisi che secondo me ha accentuato ancora di più il divario tra Italia settentrionale e meridionale. Da quando mi sono laureato, cinque anni fa, ho assistito a una grande emigrazione da Sud a Nord: praticamente tutti i miei colleghi e amici sono andati via. Un fenomeno triste, perché forzato”. All’ingegnere Avolio, però, è andata meglio. Ha sempre lavorato a Napoli. “Sono stato fortunato, ed è bene ricordare che ci sono lauree più richieste anche nel nostro territorio, ma questo non incide sulla consistenza e gravità del fenomeno migratorio. Una cosa è trasferirsi per crescere, un’altra andare via perché non ci sono alternative”. Di economia e questione meridionale l’ingegnere parla servendosi di una trama avvincente, narrata con un linguaggio semplice. “Chi ha letto i romanzi precedenti ritroverà lo stesso stile, chi non lo conosce avrà l’occasione di sperimentare qualcosa di diverso. Le persone che amano i thriller possono per una volta preferirne uno italiano a quelli americani”. “La Moneta del Riscatto” può essere acquistato su www.ibs.it o prenotato nelle librerie. “E’ un esempio di print on demand, stampa su richiesta: la singola copia viene stampata quando c’è una persona che la richiede. La crisi economica impedisce ai piccoli editori di puntare su autori emergenti, trovare un editore è stato più difficile del passato”.
 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati