Un ciclo seminariale sulle Sovvenzioni pubbliche

E’ iniziato il 19 gennaio il ciclo di lezioni seminariali sulle ‘Sovvenzioni Pubbliche’ tenuto dal prof.Giuseppe Palma, ordinario di Diritto Amministrativo. La partecipazione alle lezioni è subordinata ad iscrizione e consente di acquisire 3 crediti formativi agli studenti della Laurea magistrale che seguano almeno cinque incontri, 5 a quelli della Specialistica che ne seguano sette. 
I temi affrontati avranno un taglio economico e metteranno a confronto l’ordinamento europeo con quello italiano esplorando terreni che spaziano al di là del diritto amministrativo. “La nostra costituzione economica- spiega il prof. Palma- viene costantemente modificata dalla disciplina europea e questo si riversa soprattutto nel tema delle sovvenzioni. Quale parte della nostra Costituzione è destinata a cadere nell’oblio a favore degli ordinamenti europei? Le imprese che ruolo rivestiranno? Questi sono solo alcuni dei temi che affronteremo e, come si nota, invaderemo anche la sfera di altre discipline giuridiche affrontando l’argomento in una panoramica d’insieme”. Quindi anche gli studenti che non abbiano ancora sostenuto l’esame di Amministrativo possono prendere parte agli incontri. “Non bisogna confondere queste lezioni con le esercitazioni – continua il docente- perché non saranno incontri pre-esame. All’interno del dibattito cercheremo di sviluppare una coscienza critica che vada al di là delle certezze cercate in un manuale. Insinueremo un dubbio che dovrà essere poi sciolto alla fine dell’itinerario, la certezza a volte è un limite, ora cerchiamo di andare oltre coinvolgendo la temporaneità delle cose. Il diritto non può essere collocato in uno spazio temporale, la norma è quasi nulla se non viene posta di fronte alla realtà che viene modificata costantemente”.
Oltre quarant’anni di insegnamento – il professore è da novembre fuori ruolo- costituiscono la spinta a voler dare sempre di più. “I manuali possono anche essere memorizzati da soli, ma il contatto tra docente e discente è insostituibile e permette ad entrambi di crescere dal punto di vista intellettuale. Le lezioni non sono altro che una palestra dove lo studente ‘malizioso’ cattura gli stimoli giusti e li fa propri. Ecco perché il seminario consente di acquisire così tanti crediti, quanto un esame. La riprova che un artigiano del diritto come me possa dare ancora tanto attraverso una discussione concreta su tematiche non sempre affrontate”. Temi inusuali trattati in modo approfondito che nel dopo laurea danno una marcia in più. “Verrà rilasciato un attestato di idoneità e partecipazione, valevole anche per il futuro lavorativo. Se è vero che non vi sarà più un lavoro stabile, allora bisogna prepararsi in più ambiti. Una preparazione di base che sia profonda e che spazi all’interno di diversi argomenti permetterà di amalgamarsi perfettamente alle esigenze del mercato”. 
Anche se le iscrizioni sono terminate il 16 gennaio, il professore invita comunque gli studenti a partecipare agli incontri “saranno formativi e allo stesso tempo interessanti”. 
Le lezioni seminariali condotte dal professore con i collaboratori alla cattedra, proseguiranno nell’Aula Pozzo del Dipartimento di Diritto Amministrativo e Scienza dell’Amministrazione ‘U. Forti’ alle ore 10.00 secondo il seguente programma:  26 gennaio “L’art. 41 Costituzione. Sovvenzioni e principio di legalità”; 2 febbraio “Profili di disciplina comunitaria ed internazionale. Aiuti di Stato, fondi strutturali, politiche di coesione. I principi sugli ausili del WTO” ; 9 febbraio “Ausili alle attività economiche e programmazione. I poteri dello Stato, delle Regioni, e delle autonomie locali”; 16 febbraio “La natura giuridica degli atti di sovvenzione. Le posizioni giuridiche soggettive dei beneficiari e dei terzi”; 23 febbraio “La disciplina procedimentale delle sovvenzioni. Sportelli unici ed evidenza pubblica”; 2 marzo “Sovvenzioni pubbliche e modelli consensualistici”.
Susy Lubrano
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati