Un docente indiano alla Parthenope

Lo studio e il mondo accademico avvicinano e connettono molto più di un aereo o di un social network, né conoscono ostacoli. Arriva dall’India una new entry del Dipartimento di Studi Aziendali e Quantitativi, il dott. Amith Vikram Megaravalli. Classe 1986, settore scientifico disciplinare Economia degli Intermediari Finanziari, Megaravalli è ricercatore a tempo determinato. Sta tenendo, in questo semestre, il suo primo insegnamento, Corporate Finance all’Università Parthenope. A causa dell’emergenza in corso, tuttavia, il docente non è riuscito ancora ad arrivare nel nostro Paese e sta svolgendo le sue lezioni dall’India. Ateneapoli lo ha raggiunto via email per chiedergli di condividere, in lingua inglese, la sua storia professionale e qualche riflessione sul suo legame con l’Italia. Laurea Triennale in Commercio, Magistrale in Business Administration all’Università di Bangalore, il suo percorso di studi è proseguito, proprio a Napoli, con un dottorato in Management (Finance and Economics), congiunto tra le Università Federico II, SUN – ora Vanvitelli – e Parthenope. Qui inizia il suo ‘viaggio’ a Napoli: “nel dicembre del 2014 quando ho ricevuto la borsa di dottorato dalla Federico II. Ero molto felice di essere parte di una delle dieci migliori università più antiche nel mondo. Ottenere il dottorato, comunque, non fu semplice dato l’alto numero di candidati, quindi mi sento davvero fortunato”. L’arrivo in Italia non era stato premeditato: “Ho sempre desiderato fare delle esperienze in più Paesi e fui consigliato da un amico che stava svolgendo il suo dottorato in Italia. Dopo il mio PhD, stavo lavorando alla MYRA School of Business – il docente ha in curriculum, infatti, altre esperienze di studio e professionali – ma, ancora una volta, un’opportunità all’Università Parthenope mi ha riportato a Napoli che adesso, probabilmente, è diventata la mia seconda casa”. Insegnare è una passione da sempre: “Già prima del dottorato avevo avuto altre esperienze di insegnamento e anche l’opportunità di lavorare come corporate trainer, con una metodologia di insegnamento basata su giochi di ruolo, esercizi sulla priorità delle informazioni, analisi pratiche e casi studio. Credo che tutte queste esperienze mi abbiano aiutato a sviluppare i miei interessi di ricerca e le mie abilità di insegnante”. Megaravalli ricorda il suo supervisore, “il mio insegnante-mentore-guida”, il prof. Gabriele Sampagnaro, “che mi ha sostenuto come una roccia durante i miei primi giorni di PhD all’Università Parthenope e mi ha fatto capire ciascun aspetto della ricerca e dei concetti di finanza. Se ci fosse un premio come migliore docente lo nominerei assolutamente. La sua pazienza e passione per l’insegnamento è immensa”. Sebbene sia al momento in India (“ma sarò presto a Napoli”), il contatto con gli studenti italiani non manca. Corporate Finance afferisce della nuova Laurea Magistrale in Fashion, Art and Food Management: “Il mio metodo include il portare in aula casi studio, articoli di ricerca, collegare i concetti della teoria a quello che gli studenti apprendono in aula. Per aiutarli a comprendere meglio, poi, mostro loro anche dei video”. Un consiglio agli studenti: “Scegliere il proprio percorso per passione, inquadrare degli obiettivi sin dall’inizio e perseguirli. Potrebbero esserci degli ostacoli, ma non bisogna distrarsi, piuttosto lavorare duro finché non si è raggiunta la propria destinazione finale”. Per il futuro, proseguirà il suo lavoro di docenza e di ricerca sulle discipline che lo appassionano: “Sto lavorando alla ricerca su ‘Il comportamento dei prestiti bancari: uno studio sulle banche indiane’ e anche scrivendo un libro su Prevedere la crescita dell’impresa”.

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati