Il Parthenope nello Spazio

Sempre in prima linea il Dipartimento di Scienze e Tecnologie della Parthenope: dopo il successo della famosa sonda Rosetta, con il suo strumento GIADA (curato dalla prof.ssa Rotundi), diventa Istituto guida del ‘Progetto Mercurio’ che col nuovo strumento integrato Simbio-Sys darà un notevole contributo alla prossima missione. Principal Investigator, il professore di Scienze Applicate Pasquale Palumbo, già Manager tecnico per la missione Rosetta, la cui responsabilità di Simbio-sys è condivisa con l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte. “Per la prima sonda iniziammo a costruire lo strumento nel 1994, dopodichè la fase di crociera per raggiungere la cometa ha impiegato dieci anni. Progetti come questo sono trasversali (richiedono collaborazioni internazionali e comportano costi non indifferenti per l’Agenzia Spaziale Europea) ma utili. Servono, infatti, a mantenere la competitività della ricerca all’interno dell’industria europea, attraverso tecnologie rivendibili. La stessa Rosetta necessitava di tecnologie del campo robotico, investimento per i settori di punta europei ed agenzie non inferiori alla Nasa”, spiega il docente. I costi di Rosetta e Mercurio si aggirano intorno a un miliardo di euro, inclusa la fase operativa. L’Italia è il principale finanziatore del progetto, attraverso l’ESA, che collabora con diversi istituti francesi: “questi soldi però vanno spalmati durante tutto il percorso, che dura quindici anni e passa, e divisi tra tutti i partecipanti europei e americani”, sottolinea. Il nome della sonda e della missione stessa è questa volta BepiColombo: “in onore dell’Ingegner Giuseppe Colombo dell’Università di Padova che ha studiato con particolare interesse rotazione e rivoluzione del pianeta Mercurio. Nel 2004 abbiamo avanzato una proposta che metteva insieme…
 
Articolo pubblicato sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola (n. 1/2015)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -





Articoli Correlati