Ai test con un bagaglio di competenze nell’area psico-pedagogica

Capita a tanti studenti di provare un test d’ingresso all’università e di non superarlo. È a quel punto che cominciano a ballare nella testa una sfilza di domande: e cosa faccio adesso? Ritento l’anno prossimo? E se magari mi iscrivessi ad un altro Corso di Laurea simile a quello che avevo in mente? E se poi quel Corso non mi piace e non serve nemmeno per convalidarmi gli esami? Per disperdere questa nube di confusione, che rischia di frenare l’entusiasmo delle matricole, al Suor Orsola è stata trovata una soluzione: il ‘Corso di perfezionamento in Introduzione alle discipline psico-pedagogiche’. È nato quest’anno nell’ambito della Facoltà di Scienze della Formazione. Lo coordina la prof.ssa Natascia Villani. “Il corso mira ad offrire agli studenti quelle competenze di base necessarie per poter scegliere al meglio il percorso di studi da intraprendere. È diretto in particolare ai Corsi di Laurea in Scienze della Formazione Primaria, Scienze dell’Educazione e Scienze e Tecniche di Psicologia Cognitiva – spiega la prof.ssa Villani – A Scienze dell’Educazione non c’è il test d’ingresso, quindi molti studenti vi si iscrivono perché non sono riusciti ad accedere ad altri Corsi, convinti magari che molti esami si possano convalidare, ma non hanno un’idea precisa di cosa veramente vogliono studiare e soprattutto della differenza che esiste tra i vari piani di studio. Sono proprio queste incertezze che…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 10 dicembre (n. 18-19/2018)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -





Articoli Correlati