Architettura celebra i suoi 80 anni

“Nell’Anno Accademico che sta per cominciare, le novità purtroppo non sono incoraggianti”. E’ il neo eletto Preside della Facoltà di Architettura, il prof. Claudio Claudi, a fare il punto della situazione: “Per quanto riguarda i docenti, quest’anno, dal primo novembre, avremo ben 13 pensionamenti. Se non si modifica lo schema della Finanziaria, preannunciato nel mese di agosto e si conferma questa sciagurata eventualità, nel 2009 potranno essere messi in ruolo meno di tre docenti. Mi duole dire che, dopo avere espletato i concorsi banditi per l’anno venturo, non tutti gli idonei potranno essere assorbiti. Mi trovo ad entrare in carica in un momento davvero delicato: la politica universitaria si riesce a fare anche nel momento in cui si ha la possibilità di attingere ad un minimo di risorse e in questo momento scarseggiano. Credo che la cosa più ragionevole da fare sia tentare una programmazione più ponderata. Il numero di alcuni Corsi di Laurea è già stato ridimensionato. Tuttavia, per non innescare un decadimento della qualità degli insegnamenti, dobbiamo cercare di interagire anche con altre Facoltà della Federico II. Sarebbe necessario anche ridimensionare tutta una serie di piccoli moduli di insegnamento, da uno o due crediti, che rappresentano peraltro un depauperamento dei budgets che l’Ateneo ci fornisce ogni anno. In poche parole questo vuol dire che dobbiamo tutti responsabilmente fare un ragionamento di condivisione della situazione attuale di ristrettezza economica e quindi rimodulare tutta l’offerta. Ognuno è portato a difendere il proprio ambito, ma in questo caso si rende necessario evitare di arroccarsi sui propri particolarismi disciplinari, guardando oltre e cercando di risolvere prima i problemi generali”.
Numero programmato. I dati relativi alle prove di ammissione appena concluse: “Sono pervenute 500 domande per il Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura a fronte 350 posti disponibili. Quest’anno, rispetto allo scorso, sono stati messi a disposizione ben 100 posti in più. Questo perché la Facoltà ha inglobato in questo Corso anche i Corsi di Laurea in Edilizia e quello in Arredamento. Spero che questi due Corsi, anche in un’altra classe di Laurea, possano ripartire, soprattutto quello di Arredamento che aveva moltissime richieste. Purtroppo, nell’ottica di quella che è stata considerata una coerenza degli indirizzi dati dall’Ateneo, li abbiamo unificati. Per quanto riguarda il Corso di Laurea quinquennale, che ha a disposizione 250 posti, le domande sono state 650. Anche per il Corso di Laurea in Urbanistica le domande sono state 200, per 50 posti messi a disposizione. Un dato sicuramente da segnalare: sono stati in molti a fare domanda sia al quinquennale che al Corso di Laurea in Urbanistica, poiché le prove di ammissione per quest’ultima si sono svolte il 2 ottobre. Quindi, c’è stata la possibilità per gli studenti di tentare il test per due Corsi di Laurea. Il motivo per cui il numero dei posti ad Urbanistica è così esiguo è perché fino a pochi anni fa non si era registrato un enorme interesse per questo Corso. Naturalmente, ci auguriamo che non si tratti di un caso isolato, ma che tale interesse possa crescere negli anni a venire”.
Iniziative in cantiere sul versante delle strutture (“attrezzare alcuni spazi della sede dello Spirito Santo con delle scrivanie e con delle sedie fisse per gli studenti. Anche per evitare che le aule si svuotino di scrivanie e sedie, perché vengono portate fuori) e della didattica (“desidero che gli studenti della nostra Facoltà facciano esperienza ‘sul campo’, magari visitando i cantieri in piccoli gruppi”. 
Una iniziativa è attesa per il 15 ottobre (“sarà anche un po’ da intendersi come il passaggio di consegne dal Preside Benedetto Gravagnuolo a me”); in occasione degli 80 anni della Facoltà, si terrà la presentazione del volume: ‘La Facoltà di Architettura dell’Ateneo fridericiano di Napoli 1928/2008’. 
Anna Maria  Possidente
- Advertisement -





Articoli Correlati