Musica etnica napoletana, un seminario intercorso a Monte Sant’Angelo

Ha avuto inizio il 6 maggio il Seminario di economia, cultura e marketing della musica etnica napoletana e mediterranea.  Il progetto, promosso dai Corsi di Laurea in Scienze del Turismo ad indirizzo manageriale e Organizzazione e gestione del patrimonio culturale e ambientale presieduti dalle prof.sse Roberta Siciliano e Maria Antonietta Picone, è nato da un’idea del prof. Ennio Forte ed è stato organizzato insieme alle prof.sse Elena Scuotto e Valentina della Corte. 
Il seminario, che registra una cinquantina di iscritti, continuerà nella sede di Monte S. Angelo tutto maggio e giugno. I contenuti del corso: il ritmo e la danza popolare dalle origini al primo Novecento; gli strumenti musicali utilizzati e la loro evoluzione; l’impianto dei tempi della etnomusica: musicoeconomia ed etnomusica nel mondo del lavoro; la etnomusica nelle feste patronali e tribali; la comicità, il sentimento ed il dolore: l’avvento della canzone e della canzone commerciale dimostrazione video ed audio; la musica popolare teatrale: il modello serva padrona; la gestione degli eventi musicali; la musica nel processo di marketing del territorio: livello indotto e livello organico; il ruolo della musica nel processo di costruzione dell’immagine partenopea: la destination image.
Oltre ai docenti della Federico II – V. Della Corte, F. Bifulco, F. Sciarelli, E. Forte, L. M. Sicca, R. Sibilio – sono previsti relatori esterni: il direttore d’orchestra Mariano Patti del Conservatorio di Napoli, il maestro Marcello Cofini dell’Accademia nazionale di danza di Roma, che interverrà con tre ballerine delle tre differenti tarantelle, il prof. Aldo Coluciello, docente di Antropologia all’Università di Macerata, già direttore dell’ufficio stampa del Museo delle feste e tradizioni popolari di Caserta, Anita Pesce, musicista laureata al Dams di Bologna, dott.ssa Adelaide Cuozzo, ricercatrice all’Università di Potenza esperta dell’iconografia della canzone napoletana. Previsto anche un intervento della RAI con il suo Archivio sonoro. 
I prossimi incontri in calendario: 21, 23, 27 e 30 maggio ore 16.00-18.00; 3, 6, 10 giugno ore 11.00-13.00; conclusione il 12 giugno (ore 16.00-19.00, forse alla sala convegni di Via Partenope nell’ambito de La Corte di Federico) con il project work degli allievi ed eventuale concerto dal vivo.
- Advertisement -





Articoli Correlati